Saronno, la vittoria sfuma sul filo di lana

I biancoblu, in vantaggio di due set, si arrendono al tie break a Torino. Vincono William e Sumirago, la Wiskey sfiora l’impresa

È un weekend di sconfitte che non fanno male, o almeno non troppo. Il 2-3 subito da Saronno, che interrompe una serie positiva di sei partite, è un risultato più che accettabile contro una delle “grandi” del girone; semmai è l’andamento della gara a lasciare un po’ di amaro in bocca ai biancoblu, che si sono fatti rimontare due set di vantaggio e al tie break hanno lottato fino al 20-20, recriminando anche per alcuni fischi arbitrali poco graditi. Ancora meglio la Wiskey Varese, che centra un punto d’oro in casa della capolista Carnate. Vittorie nette e importanti, invece, per William Varese e Sumirago.
 

B2 MASCHILE – Torna a perdere dopo due mesi Saronno, che però esce dal campo a testa alta e tra le proteste per le chiamate arbitrali dubbie nelle fasi decisive della gara. La sfida di Torino inizia come meglio non potrebbe per i biancoblu: la battuta mette fuori causa Castelli, uno dei punti di forza della formazione avversaria, muro e difesa sono impeccabili e i saronnesi si portano subito avanti 5-8, per poi allungare sul turno di servizio di Tascone (9-16). Il set si chiude con un errore di Cassina per il 17-25. I padroni di casa reagiscono nel secondo set, ma dopo l’8-6 iniziale Saronno si riorganizza e mette la freccia sul 15-16. Da qui in poi gli ospiti sbagliano poco o nulla, a muro Gerbella è decisivo e il parziale si chiude sul 21-25. L’impresa sembra vicina, ma la doccia fredda arriva nel terzo set, dominato dall’inizio alla fine dai piemontesi: 11-3 con la battuta di Castelli, poi 25-14 malgrado gli ingressi di Crescini e Giudici per puntellare la ricezione. Partita riaperta e Torino continua a forzare il servizio anche nel quarto: subito 7-2, uno svantaggio che Saronno non riuscirà a recuperare interamente, arrendendosi sul 25-20. Si va al tie break, che regala emozioni infinite: Tuninetti in vantaggio 8-7, Saronno ribalta la situazione sul 10-12 e consolida il vantaggio (11-13) con due attacchi di Bagatin. A questo punto arrivano due decisioni arbitrali che fanno infuriare Bertini e compagni; Torino pareggia i conti e si procede punto a punto, Saronno fallisce ben 5 occasioni per chiudere finché sul 20-20 è Castelli a decidere la partita con un ace e un attacco da seconda linea. Anche Claudio Gervasoni, a fine partita, punta il dito sull’arbitraggio: “Siamo arrabbiati, ma non insoddisfatti, perché giocare qui non è facile, soprattutto per il valore degli avversari. Si sono visti tre set di bella pallavolo, anche se nel quinto set alcuni episodi hanno pesato molto”. Sabato 15 gennaio Saronno torna a giocare in casa ospitando alle 21 Alba, che ha raggiunto i biancoblu al quinto posto in classifica.
 
Tuninetti Pneumatici Torino-Pallavolo Saronno 3-2 (17-25, 21-25, 25-14, 25-20, 22-20)
Saronno: Bertini 6, Bagatin 29, Gerbella 15, Tascone 11, Scotti 8, Rossi 12, De Finis (L), Buratti 2, Pizzolon, Crescini 1, Giudici. N.e. Bozza, Monti (L2). All. Gervasoni.
C MASCHILE – La Wiskey Varese si risveglia al momento giusto: ha quasi il sapore della vittoria il 2-3 subito sul campo della dominatrice incontrastata (almeno fino ad oggi) del girone. Bravi i varesini a sorprendere Carnate in avvio di gara, imponendosi per 17-25 nel primo set; poi la capolista sembra riprendere in mano le redini dell’incontro e chiude con autorità i due successivi parziali (25-16, 25-15). La Wiskey però c’è ancora e reagisce nel quarto set (10-14, 19-25), portando l’incontro al tie break. Lo sprint finale è di Carnate (15-11), ma gli ospiti si arrendono con onore. Ringrazia i “cugini” anche la William Varese, che respira aria di alta classifica dopo il successo per 3-0 (25-23, 25-18, 25-11) sui giovani dell’Hidrotec Bergamo. Qualche difficoltà solo nel primo set per i varesini: dopo l’iniziale 4-8, parità a quota 10 e poi l’equilibrio prosegue fino al 21-21 con molti errori della William, aiutata da due “doppie” bergamasche. Una volta sbloccato l’incontro, i varesini guidano senza problemi il secondo set (6-2, 15-9, 17-12) e dominano il terzo fino alla conclusione. Importante la vittoria della Viar Valvole Sumirago, che si impone per 3-0 (25-23, 25-22, 25-23) a Grassobbio in una gara lottata fino all’ultimo; grande nervosismo in campo, con un rosso ai padroni di casa e i biancoblu avanti anche 10-1 nel secondo set. Alla fine la squadra di Capitanio fa fuori un’avversaria diretta e compie un balzo importante in classifica, lasciandosi dietro proprio la Wiskey. Sumirago resterà a riposo nel prossimo turno, per tornare in campo mercoledì 19 (giorno del recupero con l’Agliatese) e poi nuovamente sabato 22 a Marcignago. La Wiskey, invece, sarà di scena sabato 15 in casa contro Grassobbio, mentre la William andrà in trasferta sul campo dell’Agliatese per uno scontro che può valere il terzo posto.
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.