Silvestro, Primula e Basilio tornano in libertà

Un inizio dell'anno impegnativo per gli uomini ella protezione animali di Bellinzona che hanno restituito alla natura alcuni degli animali curati dai veterinari dell'associazione

È stato un inizio anno molto impegnativo per gli uomini della protezione animali di Bellinzona. 
Il 31 dicembre, vi è stata la liberazione sul Monte Generoso di due camosci che erano stati salvati dai volontari ticinesi: si tratta di “Silvestro”, precipitato con “Primula” in una vasca di decantazione sopra il comune di Capolago la sera prima e salvati con l’aiuto dei pompieri.
I due splendidi camosci sono tornati alla loro montagna dopo le cure.

Il primo gennaio, alle ore 2.00, vi è stato il primo intervento del 2011 sul rettilineo a S. Antonino, dove un grosso cane Rottweiler, fuggito a causa dei botti, è stato travolto da una vettura.
Trasportato allo studio veterinario Keller Pedretti a Giubiasco, ha ricevuto le cure della dottoressa Michela Balzari, impegnata tutta la notte nel soccorso di animali feriti. A lei, la Spab farà dono di una targa di riconoscenza durante la prossima assemblea generale il 12 marzo.

Il primo gennaio, ha ripreso il volo una femmina di allocco, chiamata “Selene”, in cura da due mesi presso il centro di recupero per animali selvatici a Gorduno-Gnosca. Era caduta in un camino di una villa in restaurazione a Curio ed era rimasta intrappolata nella cappa. L’avevano salvata due ispettori della Spab.

Il due gennaio, Ha spiccato il volo “Basilio”, un magnifico esemplare di poiana, raccolto sull’autostrada a Biasca e curato al centro. Si è subito diretto al nido dove trepidante, l’attendeva la compagna.

Al grande rifugio di Gorduno-Gnosca, che durante le festività ha ospitato più di duecento animali, oltre ad alcuni cani recuperati e in cerca del loro padrone, vi sono ancora una piccola femmina di camoscio salvata a Caprino e una poiana raccolta morente a Gorduno.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.