Stati generali per i 250 volontari antincendio delle Valli del Verbano

In corso la stesura il nuovo statuto e regolamento operativo: il primo incontro

Sono duecentocinquanta i volontari antincendio boschivo (A.i.b.) che fanno parte del coordinamento di Comunità Montana Valli del Verbano. Nel COAV – Coordinamento Antincendio Boschivo Valli del Verbano – confluiscono delle squadre dei 34 Comuni del territorio, da Pino Lago Maggiore fino a Gavirate. In seguito alla fusione dei due Enti montani, Valcuvia e Luinese, anche il coordinamento A.i.b. vede la necessità di rinnovare il proprio statuto e regolamento operativo alla luce del nuovo assetto istituzionale e del vasto territorio da tutelare.
Il primo tavolo tecnico si riunisce giovedì 13 gennaio con i rappresentanti delle diverse squadre di Protezione Civile ed Antincendio Boschivo dei Comuni della Comunità Montana. Statuto e regolamento saranno aggiornati al fine di individuare strategie efficaci per preservare il patrimonio forestale, che Comunità Montana ha il compito di salvaguardare anche attraverso l’attività dei volontari A.i.b. Nella stesura dei documenti verranno recepite le linee guida del Piano Regionale, revisionato nel dicembre 2009, che norma l’attività di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi.
Il coordinamento è composto esclusivamente da volontari qualificati. Quelli che hanno ottenuto la certificazione di primo livello, attraverso i corsi organizzati dall’Ente montano, sono 250. Tra questi 30 sono specializzati con una formazione di secondo livello. Una quarantina di volontari hanno inoltre partecipato a missioni in Italia organizzate da Regione Lombardia: in Sardegna nel 2006, Sicilia 2008, Abruzzo e Liguria 2009 e ancora Liguria nel 2010. L’esperienza sul campo è stata l’occasione per dimostrare l’impegno e la professionalità COAV e costituisce un bagaglio di competenze prezioso per l’intero territorio.
L’attività dei volontari non si limita a proteggere il patrimonio naturale delle Valli del Verbano ma è al servizio anche della sicurezza dei suoi cittadini. Lo scorso mese di settembre le squadre di Protezione Civile e Antincendio boschivo hanno fornito il supporto logistico indispensabile per l’esercitazione conclusiva di un corso di formazione europeo di mantrailing: una tecnica evoluta per il recupero di persone disperse attraverso l’impiego dei cani, anche se ancora poco utilizzata in ambito territoriale.
Tutte queste iniziative hanno sempre avuto il sostegno di Comunità Montana delle Valli del Verbano. L’Ente si è sempre dimostrato attivo e propositivo nell’organizzare iniziative volte a mantenere in costante aggiornamento le squadre A.i.b. con l’obiettivo di migliorare continuamente la professionalità e preparazione dei volontari che dall’inizio di febbraio saranno di nuovo impegnati presso la base elicotteristica “Mascioni” di Cuvio nell’avvio stagionale del Servizio delle Squadre AIB Elitrasportate di Regione Lombardia

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.