Stop alla detraibilità per gli abbonamenti dei pendolari

La finanziaria 2010 non ha prorogato la possibilità di detrarre il 19 per cento degli abbonamenti al trasporto urbano, regionale e interregionale

Da quest’anno non c’è più lo “sconto” sulla dichiarazione dei redditi per chi fa il pendolare. a differenza del passato non sarà infatti possibile detrarre una parte del costo sostenuto per l’acquisto degli abbonamenti per il trasporto pubblico dalla dichiarazione dei redditi.
A differenza degli anni scorsi, quando quando a partire dal 2008 era stata introdotta la possibilità di detrarre il 19 per cento degli abbonamenti al trasporto urbano, regionale e interregionale, la finanziaria 2010 non ha esteso l’agevolazione anche sugli abbonamenti acquistati lo scorso anno. Un rincaro quindi che si affianca agli aumenti del 10 per cento introdotti in Lombardia da febbraio. Proprio nei giorni scorsi il Partito Democratico aveva convocato una conferenza stampa per lanciare l’allarme sui rincari che ricadranno sui pendolari nel 2011.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.