Sul grande schermo Colin Firth, tra commedia e azione

Venerdì 28 gennaio esce il film storico "Il discorso del re". Per il genere commedia arriva "Parto col folle" e "Febbre da Fieno". "Vento di primavera" è dedicato al giorno della Memoria

Il prossimo 28 gennaio esce al cinema un film storico, Il discorso del re. Dopo la morte del padre e l’abdicazione del fratello, il timido e balbuziente Bertie (Colin Firth) viene incoronato Re d’Inghilterra con il nome di Giorgio VI. La situazione del suo Paese è drammatica: sull’orlo della guerra mondiale e senza una guida credibile, il nuovo re avrà molto da faticare. Grazie alla moglie, Elisabetta (Helena Bonham Carter), incontrerà un bizzarro logopedista (Geoffrey Rush) che alo aiuterà a vincere la balbuzie e diventare un sovrano forte e sicuro di sé.
Per il genere commedia arriva Parto col folle di Todd Phillips. La storia prende il via da Peter Highman (Robert Downey Jr.) che diventerà padre per la prima volta. La moglie, infatti, sta per mettere al mondo il loro primo figlio e Peter ha cinque giorni per raggiungerla prima del grande evento. Quando sta per prendere il volo per Atlanta, che dovrebbe riportarlo a casa, conosce l’aspirante attore Ethan Tremblay (Zach Galifianakis), che riesce a convincere Peter a compiere il viaggio in auto insieme a lui. Questo si trasformerà in una vera e propria avventura "on the road".
Arriva nelle nostre sale una gradevole commedia italiana, Febbre da fieno. Al centro della trama c’è la storia d’amore tormentata che lega Camilla a Matteo. Lei cerca di conquistarlo, ma lui è indeciso ed ancora innamorato della sua ex ragazza, Giovanna. Intorno ai ragazzi ruota un mondo di personaggi improbabili e nostalgici, che li accompagnerà fino ad un incredibile colpo di scena che sconvolgerà le storie di tutti.
Nella Giornata della Memoria, il 27 gennaio, potremo vedere un titolo dedicato all’Olocausto, Vento di primavera. Ambientato nella Francia occupata dai nazisti, il film racconta la tragedia degli ebrei di Parigi: dopo essere stati costretti ad indossare la tristemente famosa stella gialla, in una notte d’estate vengono arrestati nel corso di una retata. Una volta divisi in due categorie: famiglie con bambini (tra cui anche Joseph, il piccolo protagonista) e persone non sposate, gli ebrei parigini verranno poi avviati verso due destini diversi: il primo gruppo viene radunato nel velodromo cittadino, mentre il secondo viene avviato ai campi di concentramento. Una mattina, senza apparente motivo, le famiglie vengono separate dai loro bambini, e Joseph si ritrova improvvisamente solo, senza i suoi genitori…
In antemprima da mercoledì 2 febbraio si potrà anche vedere il remake del famoso film "Frankestain Junior", anche nella versione 3D.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.