Trafugata la bara di Mike Bongiorno

I Carabinieri stanno indagando sulla profanazione. Un anno fa, in quelle zone, era stata rubata la salma di Cuccia. Attesi, sul luogo, i RIS di Parma

La bara e la salma di Mike Bongiorno sono stati trafugati dal cimitero di Arona.

Galleria fotografica

Trafugata la bara di Mike Bongiorno 4 di 12

Un visitatore del cimitero si è accorto questa mattina, intorno alle 11, dell’assenza della salma di Bongiorno. «Subito dopo essermene accorto sono andato a dirlo al bar», ci ha raccontato Giuseppe Buscaglio, pensionato di Dagnente. Ieri sera, invece, il cimitero è stato chiuso intorno alle 5:30 e non si era notato nulla di particolare. Probabilmente i ladri sono entrati nella notte da un muretto laterale. Una volta entrati l’uscita è semplice: un sistema automatico, infatti, garantisce l’apertura dei cancelli quando qualcuno si trova all’interno del cimitero. L’area è videosorvegliata ma, attualmente, non pare sia stato registrato nulla di particolare.

Sul luogo sono già presenti i Carabinieri di Arona e Novara, mentre sono attesi in elicottero gli esperti del RIS di Parma. Alcuni Carabinieri si sono recati anche presso la villa che Bongiorno aveva ad Arona: il celebre presentatore era ben conosciuto e amato nella cittadina. 

Al momento al cimitero è arrivata solo la nuora di Bongiorno, moglie di Nicolò. Gli altri parenti si trovano in procura a Verbania.

Dieci anni fa, a Meina, era accaduto un furto simile, con la trafugazione della bara di Cuccia che venne rubata per chiedere un riscatto.

Il sindaco di Arona, Alberto Gusmeroli, ci ha raggiunti sul luogo del furto e ha denunciato fortemente il gesto: «Si tratta di un atto che offende pesantemente la famiglia e l’intero paese». I giornalisti hanno chiesto se ci fossero richieste di risarcimento, come accaduto nel caso Cuccia, ma al momento il sindaco ha preferito non rispondere a questa domanda. Il parroco di Arona, don Mauro, si è appellato agli autori del gesto: «Spero ragionino e restituiscano i resti di Mike, anche nel rispetto dei famigliari – ha detto il sacerdote -. Temo siano persone del luogo, che sapevano essere isolato e senza telecamere funzionanti». Sembra infatti che i circuiti di rame dell’impianto di videosorveglianza, rubati in precedenza, fossero stati ripristinati, ma i ladri pare abbiano asportato la cassetta con la registrazione.

Bongiorno avrebbe potuto essere seppellito nel cimitero monumentale di Milano, ma per rispettare la sua volontà si trovava nel piccolo cimitero di Arona, affacciato sul lago.

La notizia è stata confermata all’Ansa dal primogenito di Mike, Michel Bongiorno Junior. "Non ci sono parole per commentare l’accaduto – ha detto – è successo questa notte e l’abbiamo saputo un’ora fa. Adesso ci sono le forze dell’ordine che se ne stanno occupando, noi non abbiamo davvero parole".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 gennaio 2011
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Trafugata la bara di Mike Bongiorno 4 di 12

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.