Trenta milioni di euro in beneficenza in dieci anni

E' il traguardo a cui potrebbe arrivare la Fondazione Comunitaria del Varesotto nel 2011, anno del decimo anniversario dalla fondazione. Che festeggia - anche - con una nuova sede

Fondazione Comunitaria del VaresottoLa Fondazione Comunitaria del Varesotto punta a festeggiare i suoi dieci anni d’attività superando la quota di 30 milioni di euro elargiti in beneficenza.
E’ uno strabiliante traguardo quello che si pone per il suo speciale anniversario la Fondazione nata come “costola provinciale” della Fondazione Cariplo nel 2001 e che a fine 2010 ha già raggiunto i 27 milioni di erogato. Un traguardo nemmeno troppo difficile da raggiungere: visto che il 2010 si è chiuso con circa 3 milioni di stanziamenti in un anno per i bandi da loro gestiti e se il 2011 si concluderà con lo stesso bilancio finale, la Fondazione Comunitaria del Varesotto non avrà difficoltà a raggiungere il simbolico traguardo.

Un obiettivo raggiunto solo in parte grazie ai cinque bandi della Fondazione Cariplo, che hanno erogato in tutto 1.600.500 euro per 143 progetti: «I 3 milioni di euro erogati nel 2010 considerano gli importi relativi non solo ai bandi della Fondazione Cariplo e delle Emblematiche provinciali ma anche quelli del fondo Danilo Dolci, del premio biennale Pietro Bariati, le borse di studio Griffini Miglierina, i patrocini e altri progetti fuori bando» precisa infatti il presidente Luca Galli (al centro nella foto), che ricorda come i 143 progetti soddisfatti corrispondano in realtà a 264 richieste: «Un aumento della domanda che racconta molto di quanto la nostra fondazione si sia consolidata e sia credibile nel territorio».

Il consolidamento a dire il vero non è solo finanziario e di autorevolezza, ma è anche fisico: visto che ora, dopo un certo peregrinare, hanno potuto acquistare una sede di proprietà in via Orrigoni 6 a Varese, la prestigiosa palazzina primi novecento dove prima aveva sede lo studio dell’avvocato Bonomi.  Una soluzione che dà loro una sede stabile e dei redditi, visto che è condivisa con alcuni professionisti.  Un’altra componente del consolidamento è infine quella organizzativa, dato che da poco meno di un anno è stata creata una sezione dedicata esclusivamente al “Fund raising” e al marketing. «Noi non siamo solo una costola della Fondazione Cariplo, fin dalla nostra nascita il nostro obiettivo era espandere l’attività della fondazione, con nuovi bandi e fondi in arrivo dal territorio – spiega Carlo Massironi (a destra nella foto, con Galli e il segretario Mario Castaldo), vicesegretario della Fondazione e responsabile della divisione Fund Raising – E la popolazione ha risposto, sempre di più». Fino a Festeggiare il decennale a quota trenta milioni di euro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.