Ultimi cinque giorni di calciomercato: tante voci, pochi colpi

Marilungo, Antenucci, Pinardi, Gabionetta e poco altro: scarsi i movimenti, pochissimi i soldi in giro. Il Varese con Correa e Concas ha fatto (finora) un ottimo mercato

Cinque giorni alla chiusura del calciomercato. La finestra invernale di riparazione vive gli ultimi sprazzi tra voci, trattative e (pochi) colpi. Cominciamo dall’alto: l’Atalanta resiste per ora agli assaltFabio Concasi del Napoli per Barreto (chiesti 10 milioni, i bergamaschi si fermano a 7) e per ora dopo i colpi Marilungo e Delvecchio si ferma, anche se un difensore potrebbe arrivare all’ultimo momento (Esposito del Bologna o Schiavi del Vicenza). Il Siena punta a sfoltire l’ampia rosa a disposizione di Conte prima di comprare la punta di peso richiesta dall’incontentabile mister dei toscani: Immobile va a Grosseto, su Paolucci c’è mezza serie B e buona parte della serie A, Codrea piace a tante squadre. Il Novara ha piazzato il colpo da novanta con l’arrivo di Pinardi e con Parola ha puntellato il centrocampo. Il Varese può dirsi soddisfatto per due acquisti che vengono dalla serie C, ma sono di assoluto valore: Concas (dalla Ternana tra i migliori in Lega Pro, nella foto) e Correa (via Lazio) possono dare senza dubbio qualità e gol, con buona pace dei tifosi ancora scottati dall’addio di Buzzegoli. Forse manca una punta da tanti gol, ma il ds Sogliano valuta le offerte per Cellini e poi deciderà cosa fare: Malonga e Cissè sono i nomi più caldi. Il Livorno (scottato dal pareggio nel recupero contro il Padova, 3-3 il finale: guarda risultati e classifiche) sta alla finestra: Tavano piace in serie A, De Lucia non convince più e gi amaranto sondano Paolucci e D’Alessandro (del Bari). Molto attiva la Reggina: perso Missiroli (2,5 milioni dal Cagliari), i calabresi hanno preso Sarno dalla Pro Patria, De Rose dal Cosenza, Alessio Viola dal Benevento e cercano di cambiare l’attacco (Lodi, Malonga, Altinier e Negro sul taccuino del presidente Foti). Anche il Torino ha piazzato un buon colpo: Antenucci è un attaccante che può fare benissimo al fianco di Bianchi. Resta in piedi l’intrigo Gabionetta (ha firmato col Torino, ma il Crotone non sembra voler mollare la presa sul centrocampista brasiliano, già tesserato per la squadra calabrese) e piace Dumitru del Napoli. In uscita (Saumel ha rescisso) il presidente Cairo sta provando a resistere all’assalto del Napoli per Ogbonna (offerta economicamente sostanziosa, con in più i giovani Maiello e Ciano). Il Padova, perso Succi per infortunio, si è rinforzato con De Paula dal Chievo, ma non finisce qui: viva la pista Ricchiuti, interessa Obi dell’Inter e piace Cirpiani della Spal. Il Pescara ha preso Bucchi, Diamoutene e Faccini, mettendo a posto un organico di tutto rispetto, mentre il Vicenza, partito Frison (e con Baclet in uscita) ha preso Mustacchio dal Varese e cerca Madonna dell’Atalanta e Baiocco del Brescia. L’Empoli piazza due colpi giovani in attacco: Forestieri e Laurito. Fermo al palo il Crotone che cerca una punta (Di Carmine, Ciofani o Baclet), il Grosseto si rinforza con Giallombardo, Immobile e Rincon (dal Chievo). Tre colpi per il Modena (Ciaramitaro, Rullo e Greco). Fermo l’Albinoleffe, il Cittadella (via Job) tenta di arrivare a Pani e Princivalli, il Sassuolo ha ripreso Rossini e cerca un esterno sinistro, a Piacenza hanno sistemato difesa e centrocampo con Damiano Zenoni, Gervasoni e Cofie: i dirigenti emiliani aspettano news per Cacia, nel caso la punta andasse via si cercano alternative valide. A Trieste, dopo lo scambio Toledo-Miramontes con la Cremonese, si cerca Baclet e si aspetta di capire cosa vorrà fare Godeas: il Verona lo tenta, i giuliani vorrebbero trattenerlo. Il Portogruaro ha sistemato la difesa con Ivan Franceschini e Marco Esposito, mentre in avanti ha preso Scarpa e ceduto Bocalon. L’Ascoli ha preso Doumbia, Calderoni e il portiere Maurantonio e segue Feczesin (Brescia) e Rinaldi (Bari). Il Frosinone prova a risalire la china con i difensori Biasi e De Maio, i portieri Frison e Vaccarecci, punta a Caputo del Bari (piace anche al Pescara), tiene d’occhio il bresciano Taddei e ha quasi chiuso per Pestrin.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.