Un’eclissi da non perdere: la più bella fino al 2026

Lo spettacolo, martedì mattina, è di quelli che capitano poche volte nella vita. Come guardare il fenomeno, come scattare le foto e i momenti culmine

Martedì mattina svegliatevi presto, perché il cielo avrà uno spettacolo meraviglioso da offrirvi. Intorno alle 9, infatti, ci sarà una meravigliosa eclissi di sole, la più bella da qui al 2026.

Ma quando potremo vederla nel pieno della sua "oscurità"? Come ci hanno spiegato gli esperti dell’Osservatorio di Campo dei Fiori il Sole sorgerà già eclissato alle ore 08.06 locali, e la fase massima si avrà circa un’ora più tardi, precisamente alle 09.11, quando il Sole sarà alto appena 8 gradi sopra l’orizzonte sud-est e sarà oscurato per il 65% dalla Luna. Per osservarla al meglio occorrerà dunque avere libera da ostacoli la zona di cielo dove sorgerà il Sole. L’eclisse terminerà alle ore 10.38, quando l’ultimo lembo di Luna si sarà “staccato” dalla nostra stella.

Gli esperti del GAT di Tradate, invece, ci hanno spiegato come osservarla in tutta sicurezza. Innanzi tutto mai osservare il Sole (anche al massimo dell’eclisse) ad occhio nudo per troppi secondi. Pena: serie irritazioni o danni agli occhi. Bisogna quindi procurarsi dei filtri adeguati: vanno benissimo gli occhialini che si usarono durante l’eclisse dell’11 Agosto 1999, oppure un filtro da saldatore, oppure, in mancanza d’ altro, il classico vetro affumicato con una candela. Gli stessi filtri vanno applicati davanti a strumenti di osservazione ottica, come binocoli e/o piccoli telescopi (attenzione: guardare il Sole eclissato con un binocolo senza filtro è proibito). Per chi possedesse dei piccoli cannocchiali (telescopi rifrattori) c’è un suggerimento imbattibile: quello di puntare il Sole e di proiettare l’immagine su uno schermo bianco dietro l’oculare (in questo modo sarà possibile effettuare osservazioni di gruppo ed anche fotografare il procedere dell’eclisse sullo stesso schermo bianco).

Il discorso dei filtri vale naturalmente anche per quanto riguarda le riprese fotografiche o filmate. Solo se l’orizzonte fosse un po’ annebbiato, quindi sia già dotato di un ‘filtro naturale’, si potrà fare a meno di filtri nei primi 10-15 minuti dopo il sorgere del Sole. Un teleobiettivo di 200-300 mm con filtro, applicato ad una macchina, digitale fornirà eccellenti immagini del fenomeno. Una telecamera digitale con filtro, guidata sul Sole dalle 8 alle 10,36 fornirà una documentazione completa e suggestiva, che potrà poi essere proiettata in versione accelerata.

Non siete per il fai da te? Allora ecco un ultimo consiglio. La società astronomica “G.V.Schiaparelli” per l’occasione posizionerà i suoi telescopi solari presso il belvedere Paolo VI al Sacro Monte, reso disponibile grazie alla collaborazione pluriennale con la parrocchia di S.Maria del Monte. Il Sacro Monte è infatti il luogo ideale per osservare il fenomeno non solo dal punto di vista astronomico, ma anche panoramico e paesaggistico. Meteo permettendo, infatti, lo spettacolo sarà suggestivo: poco prima del sorgere del Sole, i due pianeti più vicini al Sole, Venere e Mercurio, saranno brillanti e ben visibili ad occhio nudo. Man mano che il Sole farà capolino dall’orizzonte, prima Mercurio poi Venere lentamente si nasconderanno alla vista, illuminati dalla debole luce solare già in eclisse. La manifestazione è aperta a tutti, o meglio solo ai “coraggiosi” che si faranno trovare all’alba al Sacro Monte. Se la giornata sarà serena, la “levataccia” sarà sicuramente ben ripagata.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.