Un premio alla passione per la vita

Intitolato a Carlo Chiodi e ispirato allo slogan "Va in onda il reale", si articola in tre sezioni. I lavori dovranno pervenire alla segreteria organizzativa entro il 30 maggio 2011

carlo chiodi"Carlo educava alla passione per la vita". Padre Gianni, editore di Radio Missione Francescana, ricorda così il lavoro di un conduttore speciale dell’emittente varesina. 
Oggi Carlo Chiodi avrebbe compiuto 58 anni. Un tumore ha stroncato la sua vita il 28 aprile 2009, ma la sua carica, la sua umanità e attenzione agli altri resta viva. Da qui l’idea di istituire un premio per la Comunicazione “Carlo Chiodi”. La finalità è quella di scoprire e divulgare testi che contribuiscano a promuovere una modalità positiva di comunicazione e valorizzazione del territorio. L’idea di un Premio, promosso dalla Fondazione “Lombardia Europa” in collaborazione con Radio Missione Francescana, La Prealpina, Rete 55, Varesenews, Concreo e Consel, non è un gesto celebrativo per ricordare la sua professionalità e la sua statura umana, ma un modo per contribuire a diffondere e incoraggiare persone o realtà che abbiano lo stesso approccio alla funzione dei media e al “mestiere” del comunicatore che apparteneva a Carlo Chiodi.
"Il nostro compito, – amava raccontare Carlo, – non è tanto quello di fare le prediche, ma quello di far parlare il nostro territorio e di essere testimoni delle cose che capitano. Se sei testimone di quello che capita intorno a te, per forza c’è l’attenzione delle persone. Magari non c’è il grande tema, ma è la cosa che sta a cuore a tutti".
In un’affollata conferenza stampa coordinata da Marco Dal Fior, Giovanni Chiodi e Andrea Benzoni, hanno preso parte molti amici e personalità pubbliche che appoggiano il progetto del premio. Tra questi l’onorevole Daniele Marantelli, l’assessore regionale Raffaele Cattaneo, quelli del comune di Varese Patrizia Tomassini ed Enrico Angelini. Testimonianze sul lavoro di Carlo e sulla sua visione delle cose. 
carlo chiodiIl premio è ispirato allo slogan "Va in onda il reale" e si articola in tre sezioni.
Il “CARLO CHIODI".
È il Premio che verrà attribuito all’autore, al giornalista, al comunicatore che con la sua attività e il suo lavoro attraverso i media ha contribuito a promuovere una comunicazione ispirata al bene, valorizzatrice del positivo e al servizio della persona. Il lavoro di selezione e scelta del premiato avverrà su segnalazione della Giuria che dirige i lavori del premio.
Il PREMIO PER LA COMUNICAZIONE “CARLO CHIODI GIOVANI”
La traccia del Premio Carlo Chiodi Giovani sarà ispirata allo slogan “Va in onda il reale”. Il Bando è aperto a tutti i giovani che non abbiano compiuto i 30 anni alla data del 30 maggio 2011 e che abbiano il desiderio di “fare comunicazione” dando “la parola al nostro territorio” e da “testimoni delle cose che capitano”. Come fare? Occorre presentare uno o più lavori realizzati in questo ambito. I testi e i contributi, che dovranno contenere aspetti peculiari di valorizzazione del territorio di Varese e della sua Provincia, dovranno pervenire alla segreteria organizzativa entro il 30 maggio 2011.
Il PREMIO PER LA COMUNICAZIONE “CARLO CHIODI PER LE REALTA’ SOCIALI” Pensando alla persona di Carlo, è stato immediato decidere di dedicare una sezione del Premio a una realtà sociale che, attraverso il suo operato in situazioni di difficoltà e di bisogno, sia diventata nel corso degli anni emblematica nel diffondere questa modalità positiva di fare comunicazione. La scelta della realtà sociale meritevole del Premio avverrà su segnalazione della Giuria che comunicherà la propria decisione durante una cerimonia pubblica. Evento finale Gli autori, i giovani comunicatori e la realtà sociale che verranno premiati saranno presentati nel corso di una cerimonia finale che avrà lo scopo di dare visibilità a tutte queste modalità positive di “fare comunicazione”. Sarà quella l’occasione in cui verrà messa in campo una vera e propria “Piazza della comunicazione”. Tutti gli aggiornamenti, le informazioni e le news relative al Premio si possono trovare visitando il sito internet.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.