Villaggio Amico, apre il nuovo Centro diurno disabili

Nuova apertura nella struttura assistenziale che comprende già Centro Alzhaimer, centro residenziale per anziani, asilo nido e poliambulatorio

Centro Alzhaimer, centro residenziale per anziani, asilo nido, poliambulatorio e ora anche Centro diurno per disabili con circa 30 posti disponibili. È quello che oggi ospita la struttura assistenziale e sanitaria del Villaggio Amico a Gerenzano. L’annuncio del termine dei lavori e dell’apertura del centro, è stato dato martedì mattina dal vicedirettore del Villaggio Amico, Marina Indino, insieme a Luca Landolfi della cooperatica Il granello di Cislago. Proprio quest’ultima si occuperà della gestione degli “ospiti” tra attività e permanenza diurna, dalle 8 del mattino fino al pomeriggio intorno alle 16.

Galleria fotografica

Centro diurno disabili 4 di 12

«Il Centro Diurno per Disabili “Villaggio Amico” è un servizio diurno che accoglie persone disabili con notevole compromissione dell’autonomia e delle funzioni elementari – ha spiegato la responsabile -. La finalità del servizio è la crescita evolutiva dei soggetti nella prospettiva di sviluppo, potenziamento e mantenimento delle abilità personali, e la progressiva e costante socializzazione. Il servizio si configura come struttura di appoggio alla famiglia, in quanto opera per consentire il mantenimento delle persone con disabilità all’interno del proprio contesto familiare, con particolare attenzione all’inserimento nel territorio».

I destinatari del servizio sono le persone disabili e le loro famiglie, residenti nei Comuni afferenti al servizio è più precisamente nella zona della bassa comasca e del distretto di Saronno. Per comunicare a tutta la zona l’apertura del centro, che è già operativo e che accoglie oggi circa dieci disabili, è stato organizzato un grande spettacolo teatrale in programma al Giuditta Pasta di Saronno per il prossimo 11 febbraio. Giorno in cui sarà rappresentata “La Divina Commedia” portata in scena dall’“Anaconda” di Varese insieme a “Cooperativa Cura e Riabilitazione” e “Solidarietà e Servizi” di Busto Arsizio. Ad andare in scena saranno 37 attori di cui 25 disabili psico-fisici, con la partecipazione di ballerini e musici, sostenuti e accompagnati da diversi amici tutti diretti dalla regista Luisa Oneto.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 febbraio 2011
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Centro diurno disabili 4 di 12

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore