“Abbiamo vinto contro i big!”

Soddisfatto Gianpietro Ballardin, che in campagna elettorale aveva puntato su una lista con l'80 per centro di candidate donne

balalrdinSarà un vero e proprio consiglio comunale “in rosa” con 5 consigliere donne, tutte della lista “Uniti per Brenta”, che ha vinto le elezioni nel piccolo centro della Valcuvia. Qui la campagna elettorale ha assunto toni molto accesi nel corso delle ultime settimane: polemiche con l’uso di simboli religiosi, e massiccio intervento di personaggi di spessore della politica nazionale fortemente criticato dal candidato che oggi è uscito vincitore dalle elezioni. “Noi ci mettiamo la faccia” aveva detto in campagna elettorale Gianpietro Ballardin, “e per questo vinceremo”.
E così è stato in questo pomeriggio elettorale che ha incoronato la lista civica di Ballardin per 527 voti (56,7%)
contro quella del più giovane Simone Cerini, appoggiato da Lega Nord e Pdl, che è arrivato secondo con 395 voti (il 42,2%). Ballardin al telefono è contento: «Sono felice di aver vinto contro Reguzzoni, Cattaneo, Bottini e Longoni messi assieme – dice ridendo – sono venuti tutti qui a fare campagna elettorale e hanno perso. Ma ora tutto è finito e lavoreremo con forza per il simone cerinipaese». Indiscrezioni sulla giunta per il momento non ce ne sono, prevarrà la “condivisione” delle scelte. «Ora ci riuniremo, e decideremo assieme gli incarichi – conclude – . Presto ci saranno i nomi della giunta».
Simone Cerini, il candidato sconfitto ha dichiarato che: «Abbiamo cercato di fare il possibile per vincere e questo risultato va comunque ad affievolire le distanze che c’erano. Saremo una minoranza credibile, con la consapevolezza di avere dalla nostra parte quasi 400 concittadini che hanno votato per noi».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.