Alfieri: “Sulla carta sconto benzina chiederò spiegazioni alla Regione”

Il consigliere regionale del Pd sulle multe da mille euro: «La Regione si occupi di risolvere i disservizi, non di punire cittadini che non hanno commesso abusi».

«La Regione si occupi di risolvere i disservizi della “nuova carta sconto benzina” anziché di punire cittadini che non hanno commesso alcun abuso».  Così Alessandro Alfieri, consigliere regionale e vicesegretario del PD lombardo dopo le continue segnalazioni di multe da mille euro recapitate a cittadini "colpevoli" di non aver restituito la carta sconto benzina al momento del trasferimento in un altro comune della stessa fascia confinaria. Alfieri annuncia di aver presentato un’interrogazione all’assessore al bilancio Romano Colozzi.
«Ho ricevuto personalmente diverse e-mail e telefonate di cittadini che si sentono ingiustamente colpiti dalla multa regionale – spiega il vicesegretario democratico -. Si tratta di persone che in buona fede hanno mantenuto la vecchia carta sconto dopo aver cambiato comune di residenza ma, e questo è il dato importante, rimanendo all’interno della stessa fascia di sconto». Secondo le procedure regionali avrebbero dovuto riconsegnare la carta e farsene emettere una nuova. «Intendo chiedere all’assessore Colozzi – continua l’esponente del Pd – se non ritenga di emanare una circolare per chiarire alle amministrazioni locali quali siano gli abusi effettivamente da sanzionare e in particolare per escludere dal pagamento della multa chi non ha recato alcun danno alle casse regionali trasferendosi all’interno della stessa fascia confinaria».
Alfieri torna anche sui disagi del passaggio dalla carta sconto alla carta regionale dei servizi. «Ci sono stati parecchi disservizi – conclude – che hanno costretto numerosi cittadini a code estenuanti per veder attivata la carta o risolti i problemi di malfunzionamento, che pure permangono. Chiedo conto all’assessore anche di questi problemi, per sapere se siano in via di risoluzione».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.