“Anche Berlusconi si tiene alla larga da Gallarate”

Dopo la telefonata del premier "saltata", il coordinatore di Libertà per Gallarate Franco Liccati parla di "arroccamento monarchico del PdL gallaratese" e delle ragioni dell'alleanza Lega-finiani

«L’isolamento politico del PdL a Gallarate è ormai in una fase conclamata nonostante cerchino di nascondere la realtà con manifesti enormi che coprono tutta la città». Ne è convinto Franco Liccati, il coordinatore di Libertà per Gallarate, la lista civica che riunisce anche un gruppo di ex-An.
«Credo che anche Silvio Berlusconi abbia capito la situazione di Gallarate è abbia saggiamente deciso di starne alla larga. Un isolamento che il Pdl di Gallarate soffre ormai da più di un anno (vedi polemica sulle regionali). Un isolamento testimoniato anche dai cittadini Gallaratesi che disertano appuntamenti importanti come la telefonata tanto pubblicizzata; anche ieri sera a “non sentire” Berlusconi erano una settantina». Liccati ironizza anche sui militanti piediellini che, poco dopo la serata al Teatro Condominio, giuravano che Berlusconi si fosse fatto sentire. 

L’esponente ex-An ribadisce che nessun accordo è possibile, anche perchè «il PdL di Caianiello» è ormai in una «posizione di isolamento e di arroccamento “monarchico”». «Non si riesce ormai da anni ad avere, non dico un confronto, ma nemmeno un dialogo, tutto si trasforma nel monologo assolutista e sordo del leader del PdL che impone il suo “pensiero”. “O con me o contro di me “ è la linea che Caianiello sostiene da anni». Rispetto alle accuse degli esponenti del PdL che descrivono la coalizione Lega-finiani come «armata Brancaleone», Liccati ribadisce la «condivisione dei programmi e delle strategie, riaffermazione dei valori della buona amministrazione, della trasparenza e della legalità e della partecipazione» come punti fondativi dell’alleanza che sostiene Giovanna Bianchi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.