“Approvato il peggior bilancio degli ultimi 20 anni”

Affondo della Lega Nord e dell’ex sindaco Romano Chierichetti dopo l’approvazione in consiglio del bilancio annuale di previsione

È stato approvato durante il Consiglio Comunale del 19 aprile il bilancio annuale di previsione che è senza ombra di dubbio il momento politico più significativo della vita di un Comune perché con lo stesso l’amministrazione programma, in risposta alle esigenze dei propri cittadini, tutte le iniziative che intende promuovere ed in modo particolare illustra con quali risorse intende realizzarle. Lo abbiamo analizzato attentamente e siamo stati assaliti da una enorme sensazione di imbarazzo e da una grande delusione e, pur volendolo fortemente, non siamo riusciti a rilevare un pur misero lato positivo. E’ un bilancio triste, anonimo, deludente, scontato e, senza ombra di dubbio, il peggiore degli ultimi 20 anni. Pone in evidenza un atteg- giamento remissivo e senza idee che sa far fronte, solo perché è imposto dalla normativa, alle spese correnti e che gestisce quindi a malapena l’ordinaria amministrazione e pur riconoscendo la lodevole opera del volontariato, tradisce tutte le aspettative del cittadino. Ci corre l’obbligo di informare i nostri concittadini che per il prossimo inverno ci dovremo dotare di qualche badile e di tanta buona volontà o comunque sperare che non nevichi a più riprese, perché avendo messo al capitolo di bilancio “rimozione neve dall’abitato” la misera cifra di € 4000, il nostro Comune non saprà far fronte ad eventuali emergenze. Altra notizia che farà immensamente piacere ai Sepriesi è l’anticipazione fatta dal Sindaco che ci informava che dal prossimo anno, per la prima volta a Castelseprio, verrà applicata l’addizionale Comunale Irpef sulle pensioni, sugli stipendi e su tutti i redditi dichiarati. 
In definitiva, dopo aver incrementato del 10% la bolletta dei rifiuti, essersi aumentati i loro stipendi, aver contratto un debito di 250.000 € per poter proseguire, ma non ultimare i lavori della palestra e creato volutamente un contenzioso di circa 420.000 € con il vecchio gestore rete gas E.ON, ecco pronto il regalo più bello : l’addizionale comunale irpef.
 Abbiamo analizzato i contributi Statali/Regionali e Provinciali previsti per l’anno 2011 (€ 412.368) e abbiamo riscontrato che rispetto al 2010 (€391.979) perverranno nelle casse del Comune € 20.389 in più. Non esiste quindi alcuna motivazione che giustifichi l’istituzione dell’addizionale Comunale IRPEF anche tenuto conto dei particolari momenti di difficoltà che stanno incontrando parecchie famiglie del nostro territorio. Vogliamo quindi far notare come questi solerti amministratori non sono in grado di reperire risorse, ma riescono nell’impresa di sprecare quelle che la precedente amministrazione aveva lasciato disponibili. Ne è la prova eclatante il fatto che per dare continuità all’operazione palestra scolastica hanno stipulato attraverso la Sibrium Patrimonio S.r.l. ( società interamente partecipata dal Comune) un debito di € 250.000 facendo così gravare per 10 anni sulle spalle della nostra comunità un pesante debito. E tutto questo dopo aver provveduto a sperperare circa 60.000 € dei 720.000 lasciati in eredità dalla precedente amministrazione, affossando tutta la palificazione che l’impresa aveva già realizzato sulla base di quanto prevedeva il progetto originario; va rimarcato con forza che all’impresa è stato comunque pagato il dovuto. Dobbiamo fare un’ulteriore segnalazione per quanto riguarda la Palestra perché dopo le dimissioni del Direttore dei lavori, dobbiamo prendere atto anche delle dimissioni irrevocabili dell’Amministratore Unico della Sibrium Patrimonio S.r.l. Questo sta a significare che si stanno creando continue problematiche causate dall’incapacità dei nostri amministratori di rapportarsi con i tecnici e visto il pressappochismo con il quale il Sindaco risponde alle nostre interrogazioni (non è nemmeno a conoscenza di quanti soldi sono in cassa e non sa fare previsioni per l’apertura) facciamo i dovuti scongiuri affinché questa giunta non provochi guai maggiori. Un altro grosso problema è il contenzioso che volutamente questa amministrazione ha voluto aprire con il vecchio gestore E.ON gas, per un importo di circa € 420.000. Il DLgs. 164/2000 all’art. 15 comma 5 prevede che questa cifra deve essere posta a carico del gestore vincitore della gara, ENEL GAS. I nostri amministratori hanno voluto accollarsi questo onere inserendolo in un articolo del bando di gara malgrado come minoranza avessimo più volte fatto presente quanto prevede la normativa. Oggi dobbiamo prendere atto che la nostra comunità, per una scelta grossolanamente errata, dovrà riconoscere alla E.ON una cifra che oggi risulta essere di € 420.000.
                                      

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.