Aspem risponde all’inquilino di via Piave

L'azienda assicura di essere intervenuta anche se il problema non dipende da Aspem

In merito alla vicenda segnalata dall’inquilino di via Piave Aspem risponde: «Prima di tutto va detto che quella è un’area privata. Quindi la mattina del 13 maggio, venerdì, siamo intervenuti per rimuovere la spazzatura abbandonata anche se in realtà non è un nostro compito. Secco e umido vengono raccolti tre volte la settimana mentre per quanto riguarda gli altri rifiuti il condominio deve fare riferimento alle oasi ecologiche interrate che si trovano a venti metri dallo stabile. Abbiamo cercato nei sacchi che abbiamo rimosso qualche indizio che potesse portarci alle persone che hanno abbandonato i rifiuti ma non abbiamo trovato nulla. C’è senz’altro una situazione difficile da gestire ma, ribadiamo, non dipende da Aspem».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.