Attentato in Libano, sei militari feriti

L'esplosione di un ordigno, avvenuta a sud di Sidone, ha investito un mezzo della missione Unifil

Sei militari italiani sono rimasti feriti in un attacco avvenuto in Libano. L’esplosione di un ordigno, avvenuta a sud di Sidone (40 chilometri a sud di Beirut), ha investito un mezzo della missione Unifil. Il fatto è avvenuto nei pressi del fiume Awwali, al passaggio di un veicolo dei militari. Secondo le prime informazioni ci sarebbero anche due civili libanesi tra i feriti.
L’ordigno era stato nascosto dietro la barriera di cemento armato sul ciglio della superstrada Sidone-Beirut nella zona ri al-Rumeila. Il convoglio era composto da quattro veicoli.

«L’Italia a è vicina ai suoi militari» impegnati nella missione Unifil alla quale «dobbiamo un contributo decisivo alla stabilità in una delle aree più sensibili della regione mediorientale», ha detto il ministro degli esteri Frattini.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.