Barone al contrattacco di Ballarin

Il candidato del "Paese che vorrei" è caustico: «Quel che il sindaco chiama esperienza, io lo chiamo attaccamento alle poltrone»

L’intervista di VareseNews al sindaco uscente (e ricandidato) di Cocquio Trevisago, Mario Ballarin (foto, a sinistra), ha suscitato una pronta risposta da parte del principale sfidante per la fascia di primo cittadino, Luigi Barone (in lizza c’è anche Nello Riga). Il capolista de "Il paese che vorrei" (foto, a destra) contrattacca le parole di Ballarin riguardo le differenze di età che si riscontrano negli rispettivi schieramenti: «Ballarin parla di esperienza, io invece la chiamo "attaccamento alle poltrone". L’attuale maggioranza sta invecchiando con il paese e – alza i toni Barone – se ci fossero dei giovani nel loro gruppo si accorgerebbero su quali equilibri interni si reggono i rapporti tra di loro. Cinque anni fa dissero le stesse cose sulla capacità di guidare un’amministrazione, salvo assegnare gli assessorati più importanti come Bilancio e Urbanistica a due esterni. Assurdo dire che all’interno della loro lista c’è la capacità di governare quando su un quotidiano Ballarin ha già detto a chiare lettere che l’urbanistica sarà data a Barra da assessore esterno. Ma allora perché non lo candida? Hanno paura che non prenda voti?».

Cocquio Trevisago - La pagina dedicata su VareseNews

Su FacebookCocquio Trevisago al voto

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.