Bassi: “Voglio un comune al fianco dei più deboli”

Pdl, Udc e Lega Padana puntano su una donna. Vive a Vergiate, lavora a Gallarate. Ecco il programma e le sue proposte

beatrice bassi vergiateIl "Popolo di Vergiate" ha scelto un donna. Si chiama Beatrice Bassi ed è la candidata della lista sostenuta da Pdl, Udc e Lega Padana.

Ci racconti qualcosa di lei…

«Sono nata il primo maggio del 1967. Sono avvocato e gestisco il mio studio a Gallarate».

Che cosa la lega di più alla sua città?
«Sicuramente gli affetti. Vivo a Vergiate, la mia famiglia è vergiatese da generazioni e il mio cuore è radicato in quel territorio».

Come si è avvicinata alla politica?

«È la prima volta che mi impegno attivamente in politica. Ma questo non vuol dire che ho poca esperienza, anzi. Sono collaboratrice tecnica di molti enti pubblici e lavoro come avvocato per molti comuni della provincia di Varese. Sono sempre stata vicina al Pdl ma non ho mai rivestito nessun incarico. Quando mi hanno proposto di candidarmi mi sono detta perché no? È il momento giusto. E ho accettato»

 

Come descrive il suo gruppo?
«È una lista che unisce Pdl, Udc e Lega Padana. Abbiamo iniziato un cammino comune e abbiamo scelto di essere disgiunti dalla Lega diversamente dalle passate elezioni. È stata una sorta di divorzio amministrativo. L’impegno che ci contraddistingue è caratterizzato dalla passione politica non fine a se stessa, ma che si realizza nell’applicazione concreta dei principi e degli ideali liberali e democratici rappresentati dai nostri partiti».

 

Qual è la priorità di Vergiate?
«Vergiate in questo momento ha tante esigenze e urgenze. Bisgonerebbe riuscire a bilanciare i grandi e i piccoli interventi necessari. Fatta questa premessa, come prima cosa mi concentrerei sui soggetti deboli, potenzierei le scuole e i servizi sociali. Occorre inoltre riprendere in mano il Pgt prestando maggiore attenzione alle infrastrutture e alla viabilità. Infine tra le priorità c’è anche la revisione del regolamento comunale sugli appalti pubblici: abbiamo la possibilità di snellire i lavori favorendo nelle gare le imprese locali».

 

Quali sono le linee generali del suo programma?
«Ci siamo impegnati a ristabilire un rapporto di fiducia tra amministratori e cittadinanza. Un rapporto che punterà molto sulla trasparenza, la libertà di accesso ai documenti e il dialogo. Il programma presenta molte proposte in linea con i principi che stanno alla base della nostra attività: la libertà, la persona, la famiglia, il lavoro, la cultura italiana, la tradizione cristiana e l’amore per chi è più debole. In quest’ottica cercheremo inoltre di coinvolgere i giovani, ascoltando le esigenze e supportando le iniziative, istituiremo una consulta dei diversamente abili, uno sportello anti violenza e stalking, potenzieremo la collaborazione con le forze dell’ordine e rivedremo le aliquote Ici per adeguarle a quelle dei comuni vicini». Guarda il programma in dettaglio

 

Abbiamo raccolto alcuni dei problemi più sentiti e dei temi più discussi a Vergiate. Qual è la sua opinione in merito?

 

Collocazione del MERCATO – «Il mercato resterà dov’è, nel cuore del paese. Quell’area è idonea e necessita di un adeguamento, deve essere messa a norma. Il mercato in centro è anche un beneficio per i nostri commercianti. Al contrario una sua dislocazione diventerebbe un problema per le attività e anche per i cittadini».

 

Proposte per le FRAZIONI – «Vergiate è formata da tanti nuclei con caratteristiche diverse. Penso sia utile lavorare per valorizzare ogni particolarità. Ma ci sono anche delle criticità da affrontare. A Sesona la viabilità è un problema grave e noi vogliamo risolverla realizzando un nuovo collegamento con la strada del Sempione all’altezza della discarica. A Cimbro vogliamo sostenere la vitalità sportiva e le attività proposte dai giovani. A Cuirone occorre la riqualificazione della strada che porta al Bosco di Capra, un vecchio percorso da riqualificare e ultimeremo il pezzo mancante della ciclabile».

 

AUTOVELOX fisso sulla statale 629 – «Posizionare l’autovelox fisso è una scelta che non avrei fatto. La finalità è lodevole, garantire la sicurezza, penso però che la sua collocazione avrebbe dovuto essere valutata meglio. Quella strada comunque sarà riqualificata a livello sovracomunale».

 

Problemi legati alla VIABILITA‘ – «Ci siamo impegnati a ridisegnare la viabilità urbana ed extra urbana del centro e delle frazioni. Cerchememo di risolvere i problemi viabilistici, di concerto con gli enti territoriali sovraordinati e sovra territoriali in particolare per deviare il traffico sopratutto dei mezzi pesanti dai centri urbani (Sesona e Vergiate) a zone più periferiche. Ci faremo parte attiva nei confronti degli enti competenti per realizzare un nuovo svincolo autostradale con uscita autonoma a Vergiate, rivolto al potenziamento delle aree industriali, infine cercheremo di potenziare il servizio di navetta da e per le frazioni ed incentivare l’utilizzo dei mezzi pubblici».

 

Leggi altre news su Vergiate e segui anche su Facebook gli articoli sulle elezioni

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.