Basso cade in allenamento: 15 punti di sutura

Il corridore varesino rassicura i tifosi: «Che spavento, ma sto bene. Il caschetto mi ha salvato»

Paura in allenamento per Ivan Basso. Il corridore varesino, che non sta partecipando al Giro d’Italia avendo preferito puntare forte sul Tour, è rimasto vittima di un incidente sulla strada mentre svolgeva una seduta d’allenamento sulle strade dell’Etna. È lui stesso a comunicarlo tramite il suo profilo di Twitter, anche se accanto alla conta dei danni il campione di Cassano Magnago vuole anche rassicurare i suoi tifosi.
«15 punti di sutura sul viso e botta alla spalla – dice Basso sul social network – Che spavento, ma sto bene!». La zona interessata all’infortunio è l’arcata sopraccigliare e lo zigomo destro (foto dal profilo Twitter di Basso) ma per fortuna la Tac e la radiografia effettuate all’ospedale di Giarre hanno escluso problemi interni e fratture di qualsiasi natura.
La ruota anteriore della bici di Ivan si è infilata in una griglia di scolo dell’acqua piovana posta proprio all’ingresso di una curva; ciò ha di fatto catapultato il corridors sull’asfalto. Al seguito suo e dei compagni c’era l’ammiraglia del ds della Liquigas-Cannondale, Paolo Slongo, che ha trasportato Basso al vicino pronto soccorso di Linguaglossa.
«Mi sono spaventato molto» ha ribadito il varesino all’uscita dall’ospedale «perché l’impatto è stato violento e, oltretutto, in una parte delicata come il viso. Fortunatamente sono stato medicato in tempo brevissimo e la radiografia ha escluso il peggio. Questo incidente non ci voleva ma non fermerà di certo la mia preparazione per il Tour: riprenderò gradualmente il cammino nei prossimo giorni». Nelle ore successive ancora Basso invita tutti i ciclisti alla sicurezza: «Oggi il mio caschetto mi ha salvato: non uscite mai senza».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.