Basta consumo di suolo!

All’interno della rassegna di cinema ambientale “Di terra e di cielo” venerdì 6 maggio alle ore 21, presso l'ex cinema Rivoli a Varese, Legambiente organizza una serata

All’interno della rassegna di cinema ambientale “Di terra e di cielo” venerdì 6 maggio alle ore 21, presso l’ex cinema Rivoli a Varese, Legambiente organizza una serata sul problema sempre più attuale del consumo di suolo, per informare, discutere, proporre alternative. Interverranno Damiano Di Simine, presidente di Legambiente Lombardia: "Dati e proposte”; Pietro Raitano, direttore del mensile Altreconomia: "Le conseguenze del cemento".
 
Sarà inoltre proiettato il documentario "Il suolo minacciato" di Nicola Dall’Olio, prodotto da WWF e Legambiente Parma, che mostra come la dilagante espansione urbana ed infrastrutturale stia minacciando il territorio, il paesaggio e l’agricoltura, in tutta Italia e soprattutto nel Nord. Che il tema sia significativo lo dimostra anche il "Rapporto sul consumo di suolo 2011", realizzato da Legambiente, Politecnico di Milano e Istituto nazionale di Urbanistica e che verrà presentato durante l’incontro.
In provincia di Varese, per esempio, la superficie urbanizzata nel 2007 (ultimo anno citato nel dossier) era 34.766 ettari, pari al 28,9 %della superficie totale. Rispetto al 1999, l’urbanizzazione è aumentata dell’ 1,9 %, che corrisponde ad oltre 1700 ha. Oltre 700 ettari persi sono relativi a suolo agricolo. E in media il suolo occupato ogni giorno è stato di 5.000 metri quadrati. Numeri ed incrementi rilevanti, che per l’associazione ambientalista è ora di fermare.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.