Borghi: “La politica non è scenografia, ecco i nostri fatti”

Il sindaco uscente Augusta Maria Borghi risponde a un lettore che aveva chiesto maggiore sobrietà in campagna elettorale, senza “santini” e superospiti

Gentile sig. Matteo Bianchi

ho letto con attenzione la sua lettera sulla campagna elettorale di Caronno Pertusella comparsa su Varese News e cerco di rispondere alla sua domanda "Esistono ancora i valori ed i principi morali?". La lista Insieme, formata dalla lista Civica Incontro e dalla lista Domus, quest’ultima confluita poi in Unione Italiana, ha governato questo paese per cinque anni con trasparenza e avendo come unico interesse Caronno Pertusella. La prova di questa affermazione sono le opere, le iniziative e gli interventi realizzati che lei stesso può vedere, approfondire e conoscere. Nel nostro programma per le prossime elezioni, infatti, c’è una parte descrittiva e puntuale su tutto ciò che è stato realizzato e che ha cambiato questo paese in meglio.
Il piccolo dono che noi diamo è un vasetto di fiori (costo cadauno 1,20 euro) con l’impegno nostro di continuare a far fiorire il paese e con l’invito a chi lo riceve di piantarlo e di averne cura per far attecchire la pianta che rimane oltre il periodo elettorale. Le bandierine di carta che vede ai nostri gazebo sono fatte a una a una mano da noi e tanto altro ancora è fatto dai nostri volontari. Gli altri piccoli gadget sono di UI che, come tutti i partiti, riportano il proprio simbolo elettorale e non sono certo costosi come il suo articolo intende far credere. L’incontro poi con il nostro testimonial, un calciatore e uomo politico di elevata serietà come Gianni Rivera, è stato fatto in economia. Infatti abbiamo la fortuna di avere tra noi volontari e uno scenografo che con tanto lavoro e con poca spesa riescono a rendere effetti appunto scenografici.
 
Ma voglio andare oltre a questo contendere e io stessa pongo una domanda al sig.Bianchi: è corretto giudicare l’opera di un’amministrazione a partire dagli elementi da lei evidenziati? La invito a ricordare lo stile sobrio che questa Amministrazione ha sempre mantenuto e che mi trova costretta, mio malgrado, a ricordarle. Gli Amministratori comunali – giunta, sindaco e parte dei consiglieri comunali – hanno deciso di decurtare la propria indennità per costituire assieme alle Caritas parrocchiale un fondo destinato alle famiglie di Caronno Pertusella in disagio economico. L’importo complessivo devoluto è stato di  40mila euro e sono state assistite circa 60 famiglie, la maggior parte italiane.
Inoltre, a fronte della riduzione dei fondi per il sociale a causa del patto di stabilit? governativo, io stessa sono tornata al mio lavoro regionale e le risorse derivate dal risparmio del mio stipendio sono state destinate a garantire ore d’insegnante di sostegno per i disabili e a pagare gli esoneri dei bambini che partecipavano ai campi estivi le cui famiglie non potevano pagare la quota. E le assicuro che lavorare e fare il sindaco di questo paese in un certo modo, ciò disponibile 24 ore al giorno per 7 giorni alla settimana, non è semplice. Non avrei mai voluto far sapere queste cose che, assieme ad altre, volevo tenere nel riserbo, ma ritengo che sia giusto sapere che si può fare politica in un altro modo da quello che sempre appare sui giornali.
È possibile, di risultati e rende serena la vita delle persone. Non abbiamo bisogno di "riuscire a strappare una vittoria elettorale" come lei dice, perchè ci presentiamo per proseguire un programma, uno stile e un modo di far politica sul quale vogliamo essere valutati. Se la gente ci voterà, sa di che pasta siamo fatti, ciò lavoreremo come abbiamo sempre fatto solo per il bene del paese. Se non ci dovesse votare, io personalmente sono in pace con me stessa, perchè so quanti sacrifici abbiamo fatto, quanto impegno e quante ore dedicate e quali sono i risultati raggiunti. Ho fatto, abbiamo fatto fino in fondo il compito che dovevamo fare e questo mi basta. Pertanto, caro sig. Bianchi, apprezzo molto la sua sensibilità morale ma la tranquillizzo: non deve avere queste preoccupazioni con noi.
Un caro saluto

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.