Cazzago diventa più bella

Sabato sera viene presentato il restauro del Cimitero Vecchio, parte di un ampio progetto di riqualificazione dell'area

Sabato 28 maggio, alle 20.30, verrà presentato a Cazzago Brabbia il restauro del "Cimitero Vecchio". Il recupero di quest’area si inserisce nel più ampio progetto di riordino e rivalutazione che sta interessando tutta l’area delle famose Ghiacciaie.
Dopo la sistemazione della Via Orrigoni, con la regimentazione delle acque, la ricostruzione del muro in pietra e l’utilizzo di tecniche di ingegneria naturalistica, la strada che passa di fronte alle Ghiacciaie è stata ora trasformata in un percorso storico-culturale che va ad integrare la pista ciclo-pedonale del lago di Varese.
 
A completamento dell’opera, in questi ultimi mesi, si è poi provveduto al recupero di due aree particolarmente care alla popolazione di Cazzago Brabbia che insistono proprio sulla stessa strada, a poca distanza delle Ghiacciaie. In primo luogo è stata restaurata, con l’aiuto di diversi volontari, la cappella di San Rocco. È stato rifatto il tetto, riverniciata la cancellata e restaurata la statua del Santo. In seconda battuta, grazie all’aiuto e all’interessamento di un benefattore che, con generosità, ha accolto l’invito, è stata sistemata tutta l’area del "Cimitero Vecchio.
I lavori hanno riguardato il restauro del crocifisso ligneo presente nella cappella ivi collocata, che è stata completamente risistemata. È stata poi posta una recinzione a protezione dell’area, il prato è stato rifatto ed arricchito da essenze vegetali. Infine è stata posata una lapide commerativa.
 
Dall’imbocco della strada per il Lago, dunque, fino alla S.P. 36, è stata dunque ripristinata in ogni suo particolare una zona in cui storia, religione e paesaggio convinvono in un unicum che è ora fruibile in tutta la sua bellezza per famiglie e turisti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.