Che battaglia al Forum, il primo round è di Villa

Quasi due ore e mezzo di gara tra MC-Carnaghi e la Yamamay in gara 1 di semifinale scudetto: la spuntano le biancoblu al tie break, decisiva Anzanello. Hodge e Cruz sottotono, bustocche sprecone nel quarto set

Mettetevi comodi, che c’è da divertirsi. Per aprire la serie della semifinale scudetto Busto e Villa si regalano l’ennesima interminabile battaglia al quinto set, un vero e proprio attentato alle coronarie dei tifosi. Vince la MC-Carnaghi, che conserva così il vantaggio del fattore campo, ma la Yamamay costringe le biancoblu a lottare fino al 24-22 del tie break; i rimpianti per la squadra di Parisi sono parecchi, perché un Villa così abbordabile si era visto raramente in stagione, ma alle cortesine va dato il merito di aver mantenuto la lucidità proprio nella fase decisiva della gara.
Gara emozionante ma schizofrenica e piena di errori, tra due squadre condizionate dai reciproci timori. Alle prese con un attacco in costante difficoltà (mai sopra il 30% nei primi quattro set) la MC-Carnaghi deve per forza di cose affidarsi ad altre armi: se si alza il livello di muro e difesa, come nel secondo e nel quarto set, le cortesine hanno una marcia in più, altrimenti è notte fonda. Dall’altra parte c’è la solita caratteristica “follia” della Yamamay, capace di passare in men che non si dica dalla perfezione all’abisso: Havlickova e Havelkova oscillano tra il 15% e il 44%, il muro è l’unica certezza. Poi però, nel finale, Anzanello chiude ogni discorso e una vittoria per 3-2, nei playoff, vale esattamente quanto un 3-0…

Galleria fotografica

Villa Cortese - Yamamay 4 di 15

LA PARTITA – Non c’è il temuto “vuoto a perdere” al Forum di Assago: uno dei due lati corti della tribuna rimane libero, ma sono 2710 gli spettatori presenti, dato non disprezzabile. L’atmosfera inizia a scaldarsi con la finale del trofeo SEA Lufthansa per le scuole superiori, e la vittoria del “Pantani” di Busto sembra un malizioso scherzo del destino. La coreografia scelta dagli Adf è un grande libro aperto (“Forza ragazze, scriviamo il finale”) affiancato al grande classico “Master CardNaghi”, i biancoblu rispondono con la “collezione di farfalle” della mascotte Scrat.
Poi si inizia a fare sul serio e in campo arrivano le stelle: nessuna sorpresa nei sestetti titolari, ci sono Hodge da una parte e lo spauracchio Bauer dall’altra.
In avvio si fa subito sentire Havlickova: prima mette a segno un attacco e un muro, poi in battuta propizia l’1-5 di marca biancorossa, realizzando fra l’altro anche un ace su Cardullo. Villa tarda a carburare, prova a rimettersi in carreggiata con Hodge (6-8), ma il muro di Serena sull’americana riporta la Yamamay a più 3 (10-13) e un doppio colpo da biliardo di Havelkova regala l’11-16 alle biancorosse. La MC-Carnaghi sfiora tre volte l’aggancio, prima con la battuta di Berg (16-17) e poi con i colpi di Aguero (19-20, 20-21), ma la rimonta non si completa: gli errori di Cruz e Hodge chiudono il set sul 21-25 a favore della Yamamay. Dopo i 6 errori e le 4 murate subite nel primo set, le biancoblu capiscono di dover cambiare registro in attacco e iniziano a trovare buone risposte dal muro: Anzanello ferma Havlickova per il 7-6. Aguero inventa il primo vantaggio “vero” di Villa (9-7) e Cruz entra in partita con due attacchi consecutivi per l’11-8; dopo il time out chiamato da Parisi, Calloni e un errore di Marcon portano le padrone di casa a più 5. La MC-Carnaghi carbura in difesa, Berg mura Marcon per il 16-10 e Aguero tiene a distanza la Yamamay (18-13); sul 20-16 arriva la fuga decisiva sigillata da due muri di Calloni, ed è una grande Tai Aguero a riportare in parità il conto dei set.
Reazione immediata della Yamamay in avvio di terzo parziale: un break di 0-5, con le zampate di Havlickova e Havelkova, porta subito le ospiti sul 2-7. L’inserimento di Negrini non aiuta Abbondanza e Villa, di nuovo in affanno in fase offensiva, si ritrova sotto 4-10; Carocci e Havelkova giganteggiano per il 5-12 e Bauer, ancora inarrestabile, mette la sua firma in attacco e a muro per il 9-17. Dentro Rondon e Bosetti, ma il set è decisamente segnato (11-19) e il finale è una passerella chiusa da due ace di Havelkova. La riscossa di Villa parte, ancora una volta, dal muro: due volte a segno Calloni, Busto ci mette del suo a livello di errori ed è subito 8-3. Villa continua a sbagliare troppo e non sferra il colpo del ko, permettendo alla Yamamay di tornare in corsa con Marcon (11-9); Calloni è sempre protagonista a muro (14-10) ma l’ennesimo errore, stavolta di Aguero, vale il 15-14. La rimonta si corona sul 17-17 con l’attacco out di Cruz; Hodge con due missili si procura altrettanti set point, Bauer e Havelkova li annullano entrambi e si va ai vantaggi. Helena però sbaglia l’appoggio del 25-24 e Anzanello stavolta non perdona, portando le squadre al quinto set.

IL TIE BREAK La gara continua a essere nervosa e piena di errori, da una parte e dall’altra. Ne commettono due di fila Havelkova e Bauer per il 5-3, Campanari tiene viva la Yamamay ma dopo il cambio di campo è Aguero a firmare il 9-6. Serena mura Cruz per il 10-9 e alimenta le speranze bustocche nella rimonta, completata da Havelkova che gioca sulle mani del muro (12-12). Finale thrilling e spettacolare: la Yamamay, con una strepitosa Marcon, annulla quattro match point, la MC-Carnaghi cinque. L’eroina della serata è Sara Anzanello, che sul 22-22 mura Marcon e poi attacca il punto decisivo sfruttando al meglio la cattiva ricezione di Carocci su Hodge.

MC-Carnaghi Villa Cortese-Yamamay Busto Arsizio 3-2 (21-25, 25-16, 15-25, 26-24, 24-22)
Villa C.: Anzanello 8, Berg 2, Lanzini ne, Negrini, Cruz 9, Cardullo (L), Hodge 21, Aguero 26, Calloni 11, Bosetti, Rondon, Jontes ne. All. Abbondanza.
Busto A.: Carocci (L), Havlickova 15, Valeriano, Kim, Marcon 12, Bauer 11, Meijners 2, Campanari 9, Serena 6, Crisanti 1, Havelkova 23. All. Parisi.
Arbitri: Marco Braico e Gianni Bartolini.
Note: Spettatori 2710. Villa: battute vincenti 1, battute sbagliate 7, attacco 30%, ricezione 78%-57%, muri 13, errori 33. Busto: battute vincenti 3, battute sbagliate 12, attacco 29%, ricezione 81%-59%, muri 18, errori 34.

IL PROGRAMMA
MC-Carnaghi Villa Cortese-Yamamay Busto Arsizio 3-2 (21-25, 25-16, 15-25, 26-24, 24-22); gara 2 giovedì 19/5 ore 20.30; gara 3 sabato 21/5 ore 20.30 (a Busto); eventuale gara 4 lunedì 23/5 ore 20.30 (a Busto); eventuale gara 5 mercoledì 25/5 ore 20.30.
Norda Foppapedretti Bergamo-Asystel Novara mercoledì 18/5 ore 20.30; gara 2 venerdì 20/5 ore 20.30; gara 3 domenica 22/5 ore 17.30 (a Novara); eventuale gara 4 martedì 24/5 ore 20.30 (a Novara); eventuale gara 5 giovedì 26/5 ore 20.30.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 maggio 2011
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Villa Cortese - Yamamay 4 di 15

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.