“Chi è il burattinaio?”: Gallarate Onesta sceglie messaggi forti

L'ultima trovata della civica "padana" è uno striscione che allude al candidato del centrodestra. La Lega intanto conferma la linea ufficiale dell'equidistanza, ma fuori dal Lega Point l'indicazione è chiara

Gallarate Onesta – la civica d’ispirazione leghista che ha deciso di appoggiare al ballottaggio Edoardo Guenzani – rilancia anche oggi con un messaggio forte che allude al candidato del centrodestra: "Il massimo sarebbe sapere chi tira i fili", dice il manifestino. E la parola "massimo" è tra virgolette, con un’allusione al candidato del centrodestra. La fine del messaggio è: "ma i gallaratesi ormai hanno capito".
Il nuovo messaggio – che segue quello sull’ "amaro medicinale Guenzani" – si accompagna in queste ore ad una riaffermazione della linea ufficiale della Lega Nord: «Noi rimaniamo sulla posizione di non appoggio di nessuno dei due candidati» diceva martedì mattina il segretario cittadino Giorgio Caielli, irritato dal fatto che la mobilitazione di GallarateOnesta sia finita in grande evidenza in un articolo di Repubblica.it. La segreteria provinciale non prende posizione, anche se si parla di un intervento atteso a breve per chiarire. Ma fuori dal Lega Point – che si è trasformato nella sede di "Gallarate Onesta, unica lista che si è spesa direttamente per il ballottaggio – c’è un cartello, in bella vista, che è una indicazione chiarissima, un’istruzione diretta ai leghisti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.