Chiesto il rinvio a giudizio per Edoardo Costa

E' accusato di avere "distratto" quasi seicentomila euro dai fondi ricevuti a favore della associazione di charity da lui presieduta e fondata, la CIAK

Edoardo costaLa Procura di Milano ha chiesto il rinvio a giudizio nei confronti dell’attore varesino (è nato a Gavirate di cognome fa Cicorini) Edoardo Costa.

Galleria fotografica

Costa e gli amici vip 4 di 13

Costa è accusato di essersi appropriato di circa 570 mila euro versati in beneficenza alla associazione a favore dei bambini dei Paesi poveri da lui fondata e presieduta, la C.I.A.K..
L’inchiesta, nata nel 2008 in seguito alle denunce andate in onda in tv (grazie alle trasmisioni "Italian Job" e "Striscia la notizia"), si riproponeva di verificare se le somme raccolte in occasione di eventi e serate di beneficenza fossero state effettivamente destinate alle attività progettuali pubblicizzate in favore di soggetti bisognosi: in particolare aiutare i bambini dei Paesi più poveri nel mondo.

Secondo investigatori e inquirenti, sarebbe però arrivato ben poco di questo denaro ai bambini: in base alla la ricostruzione della guardia di finanza, che ha condotto le indagini, la Onlus avrebbe destinato realmente allo scopo dichiarato solo una piccola percentuale del denaro ricevuto in beneficenza. Dei circa 650.000 euro ufficialmente raccolti, solo 80.000 sarebbero stati destinati all’assistenza dei bambini: ma è possibile che la cifra raccolta sia stata in realtà molto superiore, poiché non è stato possibile quantificare tutto il denaro drenato nel corso dei vari eventi, visto che nella maggior parte dei casi l’associazione raccoglieva denaro contante, di difficile tracciabilità. Sono stati inoltre sottoposti a sequestro 7.325 libri fotografici, relativi ai progetti benefici promossi dall’ associazione, le cui spese di realizzazione sono state pagate utilizzando denaro proveniente dalle oblazioni di aziende o privati cittadini. Costa, che rischia il processo, è così indagato per truffa aggravata, appropriazione indebita, falso ideologico e materiale e uso di atto falso.  Il giudizio a cui sta per essere sottoposto non  è il primo che lo vede coinvolto: nel 2007 è stato accusato di ricettazione per avere sfruttato un pass disabili, ma è stato assolto dal tribunale di Varese.

Edoardo Costa, attore prevalentemente di fiction, star di Vivere e Un Posto al Sole, ha frequentato le più grandi star di Hollywood. Il suo profilo facebook, dai messaggi di stato spirituali e ispirati alla kaballah, raccoglie decine di foto con George Clooney, Bruce Willis (con cui ha girato Die Hard 4), Bob Geldolf.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 maggio 2011
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Costa e gli amici vip 4 di 13

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.