Chiusi in un un bunker “antinucleare” per un mese

Quattro ragazzi hanno deciso di lanciare un "reality" per dire no al nucleare e riflettere sull'incertezza del referendum. La comunicazione è via web e si possono seguire in streaming

Chiusi in un bunker "antinucleare" per un meseSostenuti da Greenpeace, per dire no all’energia atomica, si sono rinchiusi in una casa di Roma. A meno di un mese dal referendum, quattro ragazzi si sono hanno deciso di far vedere come si vive in caso di emergenza atomica: niente cibi freschi, finestre sigillate, solo internet per comunicare.
L’hanno chiamata "I pazzi siete voi" ed è un iniziativa per dire no al nucleare e per riflettere sull’incertezza del referendum che dovrebbe tenersi il 12 giugno. 
Una scelta estrema che sta rimbalzando su tutti i social network perchè, come dicono i ragazzi, "i pazzi sono coloro che il 12 giugno non andranno a votare o che, nel caso, sceglieranno di votare per il nucleare". Il loro manifesto (vedi il video) è molto chiaro. La vita nel bunker viene trasmessa su internet, in streaming sul sito che hanno creato www.ipazzisietevoi.it. I quattro ragazzi stanno affidando al web, via facebook, twitter e sul sito dell’iniziativa, i loro videomessaggi sulla vita "da grande fratello" e sui rischi che secondo loro l’Italia correrebbe se venissero aperte nuove centrali atomiche. Cibo razionato, finestre chiuse e "fuori dal mondo", Giorgio, 20 anni di Catania, Alessandra, 21anni dalla Puglia, Pierpaolo, 22 anni di Lecce ma trapiantato a Milano e Luca, 33 anni di Taranto continua la loro battaglia.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.