Colonia Elioterapica “in fiore” con le opere dei disabili

Al CDD Belotti Pensa l’esposizione “Flowers” inaugura il nuovo spazio destinato ai laboratori didattici. In mostra i lavori realizzati nell’ambito del progetto “Arteterapia per il benessere”

È stata inaugurata oggi alla Colonia Elioterapica di Busto Arsizio l’esposizione “Flowers, percorsi d’arte al Centro Disabili Diurno Belotti Pensa”: in mostra, fino a venerdì 13 maggio, i lavori realizzati dagli ospiti del centro nel quadro del progetto “Arteterapia per il benessere”, promosso dall’assessorato ai Servizi Sociali del Comune in collaborazione con l’associazione di volontariato AVULSS. Arazzi, collage, composizioni di carta crespa e persino un piccolo albero, tutti accomunati dal tema floreale ed esposti in una sala completamente rinnovata: la mostra, infatti, è soprattutto l’occasione per inaugurare alcuni spazi rimasti per anni inutilizzati e da oggi, grazie al ripristino cofinanziato dal Comune, destinati ai laboratori didattici. “Finalmente – ha detto l’assessore Mario Crespi – siamo riusciti a recuperare questi spazi, che ci avvicinano sempre più all’idea di una Colonia interamente utilizzata a 360 gradi per le attività che coinvolgono disabili, anziani e minori”. L’assessore ha poi consegnato un omaggio alla signora Mirella Belotti-Ceriotti, figlia di Luigi, a cui negli anni Sessanta fu dedicata la struttura, in segno di riconoscenza per la sua attivtà come insegnante.

Cristina Moregola, curatrice del laboratorio insieme a Elisa Zappa, presenta così la sua attività: “Il nostro obiettivo è la valorizzazione di potenzialità e risorse personali che spesso rimangono inespresse e latenti. Lavorare con le immagini, o comunque con linguaggi alternativi a quello verbale, aiuta le persone disabili o svantaggiate a comunicare. Questa mostra risponde all’esigenza di far conoscere alla città il nostro lavoro: ci auguriamo che sia solo il primo passo nella direzione di una promozione dell’iniziativa su tutto il territorio”. Il laboratorio di arteterapia è solo uno dei progetti attivati dal Centro, operativo tutti i giorni dal lunedì al venerdì per 47 settimane all’anno; tra le altre attività in corso ci sono i laboratori di falegnameria, di pupazzeria e di creta e ceramica, nei quali gli ospiti del centro vengono aiutati a eseguire le fasi della lavorazione dei diversi materiali e collaborano alla realizzazione di oggetti utilizzati per l’abbellimento degli ambienti. Un lavoro collettivo che favorisce l’integrazione sociale e stimola gli ospiti della struttura a sviluppare le rispettive capacità.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.