Concerto gospel in favore della neonatologia

Si svolgerà sabato 14 maggio al teatro Politeama un concerto dei Greensleeves Gospel Choir e Blooming kids

È stato presentato questa mattina a Villa Recalcati il concerto gospel dei Grensleeves Gospel Choir e Blooming kids, diretto da Fausto Caravati e in programma sabato 14 maggio alle 20.30 al Cinema Teatro Politeama di Varese. L’evento è organizzato dall’associazione Tincontro, con il patrocinio di Provincia di Varese – Assessorato alle Politiche sociali e Comune di Varese con lo scopo di raccogliere fondi utili all’acquisto di un Cerebral Functionig Monitor per la neonatologia dell’ospedale Del Ponte. L’ingresso è di 15 euro.

 
Christian Campiotti, Assessore Politiche sociali Provincia di Varese: «Non dobbiamo mai perdere di vista l’importanza di queste azioni solidali, che come vuole una bella e collaudato tradizione, che caratterizza il nostro territorio, sono sempre abbinati a momenti culturali di grande livello e capaci di coinvolgere molte persone. Vorrei spendere qualche parola di ringraziamento per gli organizzatori dell’associazione Tincontro, perché capaci di unire le forze e coinvolgere le istituzioni per raggiungere
un obiettivo mirato e fondamentale per un reparto ospedaliero all’avanguardia e che pone la nostra città tra le migliori realtà, non solo a livello nazionale».
 
Daniele Donati, Presidente Associazione Tincontro: «L’obiettivo che ci siamo fissati è quello di acquistare un CFM, ma anche sensibilizzare l’opinione pubblica sulle difficoltà legate al periodo post parto di neonati dimessi con gravi problematiche e delle opportunità di aiuto che vengono date anche da genitori che hanno vissuto queste criticità e che hanno dato vita all’associazione così da affiancare, ove possibile il percorso medico».
 
Massimo Agosti, Primario neonatologia Ospedale di Circolo Varese: «Ringrazio tutti coloro che si sono spesi per questa iniziativa e per l’importante sostegno di Provincia di Varese. Stiamo parlando di un macchinario che misura le funzionalità cerebrali di un bimbo che sta per venire alla luce durante un parto che presenta una serie di criticità. Questa apparecchiatura consente di valutare le condizioni idonee per avviare il processo di terapia, poiché oggi la frontiera medica non è più quella di salvare il
neonato, bensì di garantirgli una qualità della vita migliore».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.