Dallo Zambia a Varese, torna monsignor Patriarca

Il sacerdore presiederà nella basilica di S. Vittore la solenne celebrazione in occasione della festa di San Vittore

Domenica 8 maggio, su invito del Prevosto di Varese mons. Gilberto Donnini, mons. Emilio Patriarca presiederà nella basilica di S. Vittore la solenne celebrazione in occasione della festa di San Vittore. Varesino di origine, monsignor Emilio Patriarca è nel cuore dei varesini da quando, nel 1999, è diventato Vescovo della Diocesi di Monze in Zambia.
A Varese è molto attiva l’associazione dei suoi amici che lo aiuta non solo economicamente, ma soprattutto assicurandogli una fraterna vicinanza e aiutandolo nella progettazione dei tanti interventi necessari per permettere una vita dignitosa alla poverissima gente che vive nella sua Diocesi.
Con l’aiuto dell’Associazione, mons. Patriarca ha innanzitutto potuto ben organizzare la sua vasta diocesi (grande come tutta l’Italia del nord) ordinando più di 40 sacerdoti locali che hanno, nel tempo, preso il posto dei missionari europei che rientravano, anche per motivi di età, nei loro paesi di origine. Contemporaneamente ha promosso l’assunzione di responsabilità da parte dei laici nella vita della Chiesa locale.
Con altrettanto impegno mons. Patriarca si è speso per migliorare le condizioni di vita delle persone che gli sono affidate promuovendo lo sviluppo di ospedali, scuole, progetti agricoli, iniziative per orfani e vedove, ecc. Non dimentichiamo che lo Zambia è uno dei paesi più colpiti al mondo dalla piaga dell’AIDS.
Con l’occasione mons. Patriarca ha incoraggiato la visita di una delegazione di varesini che si recherà in Zambia con la possibilità di entrare in contatto con la realtà vera della vita nei villaggi in Africa. Quella che i turisti non possono vedere.
La delegazione poi si trasferirà in Sud Africa dove, sulle orme di Nelson Mandela, visiterà le città che hanno fatto la storia di quel paese: Johannesburg, Pretoria e Città del Capo.
Il gruppo sarà guidato dal Prevosto e da Marco e Caterina Astuti, vice presidente
dell’associazione dei suoi amici, che conoscono molto bene il territorio di Monze essendoci stati ben 23 volte negli ultimi anni.
Sono invitate a partecipare tutte le persone che desiderano conoscere la realtà e la vita vera dell’Africa. Quella di chi vive ogni giorno senza sapere come sarà il domani ma col sorriso sulle labbra, quella di chi non ha quasi nulla ma ti accoglie calorosamente, quella di frotte di bambini malvestiti ma felici, belli, curiosi.
Ogni volta che si vive questa esperienza è una scoperta e crediamo che tutti dovrebbero poterla fare, almeno una volta nella vita, perché modifica il modo di vedere la realtà e permette di apprezzare ciò che veramente ha valore e ciò che è effimero.

Chi desidera partecipare può rivolgersi all’Ufficio Pellegrinaggi della Basilica di San Vittore in piazza Canonica,7 a Varese oppure telefonare allo 0332 242516.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.