E’ molecolare e tricolore il galà della pizza 2011

In occasione del 150esimo dell'unità, il galà ripercorrerà la storia dell'alimento italiano più famoso nel mondo. Con una ricetta speciale: la pizza margherita del terzo millennio, realizzata dallo chef Matteo Pisciotta

La presentazione del galà della pizza 2011Con un successo sempre crescente, arriva a Varese la quinta edizione del Galà della pizza.
L’evento, organizzato da Assopizzerie – Confesercenti e dall’Istituto de Filippi di Varese, quest’anno sarà all’insegna del tricolore e dell’unità d’Italia:  il galà ripercorrerà infatti la storia dell’alimento italiano più famoso nel mondo. Con, in più, anche una ricetta speciale: la pizza del terzo millennio, realizzata dallo chef Matteo Pisciotta, l’inventore della "cucina molecolare" uno dei più importanti sperimentatori culinari d’Italia.

Dopo l’anno dedicato alla Grecia (con pizze alla feta e olive nere, alla pasta all’amatriciana, al carpaccio e perfino al gelato), e quello dedicato all’impasto (con l’aggiuntà, nel menùù, anche di quattro focacce) la pizza varesina quest’anno diventa così "stellata", oltre che tricolore, con la presenza della ricetta di Pisciotta.

«Lo scopo del galà, in generale, è quello di difendere e far apprezzare la qualità della pizza – ha spiegato Leo Coppola, presidente di Assopizzerie Confesercenti e "anima" della manifestazione – Il pizzaiolo moderno può essere di qualunque nazionalità: ma sarà bravo solo se utilizzerà metodi corretti e materie prime speciali. E a giudicarlo ci sarà il giudice più severo di tutti: il cliente».
Una situazione confermata da Simona Lauri, dirigente dell’Associazione nazionale panificatori di Roma, tra gli ospiti d’onore del galà.

Uno dei primi importanti risultati dell’iniziativa messa in campo cinque anni fa da Confesercenti e de Filippi, è stato un nuovo corso di studi nell’istituto alberghiero varesino: «E’ stato istituito in questi anni un biennio di specializzazione sulla pizza – spiega il direttore dell’Istituo De Filippi – Un corso di studi, che completa la formazione dei nostri studenti dopo il primo triennio comune, che è sempre più apprezzato».

La serata, che è solamente ad inviti, vedrà l’ormai tradizionale serie di assaggi a sopresa e l’esibizione di pizza acrobatica, a cura del team di Leo Coppola: «Gli ospiti saranno 220, con un successo sempre crescente – ha commentato Gianni Lucchina, direttore di Confesercenti – Quest’anno, anzi, abbiamo dovuto dire qualche no». Per le due centinaia di fortunati, l’appuntamento è nella sala Pigionatti dell’Istituto de Filippi martedì sera, 24 maggio 2011.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.