Esame di terza media: seconda lingua obbligatoria dal prossimo anno

Il direttore dell'Ufficio scolastico spiega il senso della circolare ministeriale che serve solo da monito per il prossimo anno

« Nella circolare ministeriale si propone l’introduzione della seconda lingua scritta perchè la sperimentazione può ormai considerarsi conclusa. Nessun obbligo, solo un invito ad attrezzarsi per il prossimo anno».
Il Direttore dell’Ufficio scolastico territoriale Claudio Merletti fuga dubbi e preoccupazioni nati dopo la notizia della rivoluzione a pochi giorni dall’inizio degli esami per concludere il ciclo primario: « In molte scuole, la quarta prova viene già effettuata con lo scritto. L’indicazione del Ministero serve solo a quelle scuole che ancora non l’hanno introdotta perchè da settembre si preparino all’innovazione e mettano i propri studenti in condizione di affrontarla».

Nel pomeriggio di oggi, lunedì 30 maggio, i presidi delle scuole varesine incontrano il dottor Merletti per capire il senso della circolare. Grandi preoccupazioni per un’organizzazione che tutti gli istituti avevano già deliberato in collegio docenti.

Paura rientrata, dunque, per i 7000 ragazzi coinvolti: chi già si stava preparando a sostenere lo scritto lo farà, chi ha studiato solo per l’interrogazione orale non avrà sorprese.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.