Fede, Mora e Minetti: chiesto il rivio a giudizio

I pm milanesi hanno inoltrato la richiesta al Gup Maria Grazia Domanico. Le accuse sono quelle di induzione e favoreggiamento della prostituzione anche minorile

emilio fede, lele mora, nicole minetti chiesto rinvio a giudizioLa procura di Milano ha chiesto il rinvio a giudizio per Lele Mora, Nicole Minetti ed Emilio Fede in merito al "caso Ruby". Le accuse a loro carico sono quelle di induzione e favoreggiamento della prostituzione anche minorile. La richesta è stata inoltrata al gup Maria Grazia Domanico.

«È stata oggi trasmessa al giudice per l’udienza preliminare» la «richiesta di rinvio a giudizio nei confronti di Mora Dario, Minetti Nicole e Fede Emilio» si legge in un comunicato firmato dal procuratore della Repubblica di Milano Edmondo Bruti Liberati.

A fronte della richiesta dei Pm il giudice dovrà fissare la data dell’udienza preliminare. La richiesta di rinvio a giudizio è composta di 36 pagine contententi i capi di imputazione, che come ha precisato Bruti Liberati sono «rimasti inalterati».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.