Flavio Ibba: “Con me vincono i giovani”

La scatenata propaganda dell'ex consigliere dell'Udc che propone: più locali, più feste ma anche aiuti per le giovani coppie

Sarà lui la vera sorpresa della campagna elettorale? Di certo, Flavio Ibba, 33 anni, interinale Inps, non ha annoiato, con una propaganda davvero frizzante e fuori dalle righe. Ha iniziato con manifesti in cui si presentava con una caricatura a forma di bulbo, chiedendo ai cittadini di esprimere la propria soddisfazione per Varese. Ha ribattezzata la città «Joyà city», ha scritto un programma utilizzando i disegni che gli hanno donato alcuni bambini. Ha aggregato dei ragazzi del centro che chiedevano uno skate park. Adesso si appresta a chiudere con una mega festa in piazza Carducci, a colpi di giochi per bambini il pomeriggio, e birra gratis la sera.

Ibba viene dall’Udc, ha liquidato Casini con un comunicato in cui denunciava il tradimento dell’idea federalista poi si è lanciato nella festa. Ma ha lasciato baracca e burattini quando ha capito che avrebbe avuto più possibilità di rientrare in consiglio se avesse fatto tutto da solo. Ha trovato i fondi e l’esperienza da “pi-erre” e la ‘voglia di fare’ hanno fatto il resto.

«In realtà mi occupo molto dei giovani – spiega il candidato – ma la mia campagna è stata anche sulle famiglie e coinvolge l’intera collettività. In particolare le giovani famiglie che hanno figli. A Varese ci sono zero locali – continua – è l’unico capoluogo dove non ci sono locali attrezzati per far suonare i giovani. Io voglio creare uno spazio polivalente dove si possano fare cultura, spettacoli, a anche feste di compleanno a costi ragionevoli per le famiglie normali. Un posto tipo i magazzini generali di Milano, che serva a eventi e intrattenimenti».

Il senso di un voto per lui? Questo: «Ibba è un voto utile, perché avrà un peso. Con una battuta direi che in città ci sarà l’Ibballottaggio tra noi e gli altri – sottolinea – perché i giovani avranno davvero un peso votando me. Ho proposte concrete – continua – come la casa sicura per le giovani coppie. A Varese , ci sono 3mila appartamenti sfitti, l’amministrazione può creare un fondo in collaborazione con le assicurazioni, prendersi l’onere dell’affitto e poi girarlo alle giovani coppie, a metà prezzo, facendo da garante».

Ibba ha delle idee anche sul lavoro: «Voglio una città tutta coperta dal wireless – spiega – e degli uffici dove i giovani imprenditori si possano mettere insieme ed essere aiutati su internet, luce e affitto. Chiedo aiuti ai giovani studenti e la linea blu di autobus il venerdì sera, quando ci sono i negozi aperti».

Fedele al suo linguaggio da promoter, Ibba ha creato slogan per ogni occasione: «Ragzzzibba» e «Vi lovvo» per i giovani, «BenArrivati a Varese» per i pendolari, «Ibbanner» per la pubblicità sul web, «Ibbascoltatore» per i questionari, le elezioni sono «l’Ibballottaggio», c’è l’Ibba point in via Rossini, mentre venerdì alle 17 ci sarà la «Ibba Fest» in piazza Carducci.
Alle 17 marionette e spettacoli per bambini, torta gratis e animatori (ma senza slogan politici) e alle 19 birra gratis e palco con gruppi musicali. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.