Francesco Storace a Gallarate

Sabato 7 maggio alle ore 18.00, Piazza Libertà a Gallarate il senatore sosterrà i candidati cittadini

Riceviamo e pubblichiamo

Sabato 7 maggio alle ore 18.00, Piazza Libertà a Gallarate, comizio del Sen. STORACE Segretario Nazionale del Movimento Politico LA DESTRA.
La campagna elettorale di Gallarate si è connotata per la caduta di stile di chi ha preferito insultare anziché informare. La DESTRA rifiuta questo approccio offensivo per i cittadini gallaratesi e continua a rimanere dalla parte della gente che chiede risposte alle problematiche del quotidiano.
Una città come Gallarate oggi può vantare un primato a livello Provinciale nel campo dell’arredo urbano, delle zone pedonali a misura d’uomo e una vitalità culturale che non ha pari.
La DESTRA chiede un sostegno elettorale per rendere Gallarate la città di un vero progetto pilota (che di certo non è quello di strane alleanze spurie) che metta la sicurezza come punto fermo dell’azione di Governo della Città.
La presenza come capolista di Alberto Torregiani è di per sé significativa, l’attenzione e la disponibilità non è solo il frutto di un adesione politica, ma rappresenta la volontà di proporre e attuare una serie di politiche volte a migliorare la vivibilità di tutti i cittadini.
La DESTRA rifiuta l’etichetta di xenofobi, non perché vuole attuare la politica del doppiopetto: ribadisce che l’integrazione non può significare frontiere aperte e prebende ai clandestini, e che non è possibile nemmeno classificare tutti gli stranieri come profughi. È una semplificazione che non potremo mai accettare. La PREFERENZA NAZIONALE è un punto fermo e inderogabile del nostro agire politico; abbiamo la volontà di portare questo nostro bagaglio all’interno della coalizione di centro-destra, dalla quale inspiegabilmente a Gallarate manca la Lega Nord.
Sulla vicenda della Sanità l’intervento del candidato sindaco Bianchi è apparso ridicolo quanto la bufala della “guerra a tempo determinato”. Dire che l’ospedale di Gallarate è allo sfascio significa giustificare chi chiede a gran voce le dimissioni dell’Assessore Bresciani (Lega Nord) – forse si sono dimenticati chi ha nominato il Dott. Gozzini; non è forse stato lo stesso Assessore? E come mai in tre anni non è mai stata denunciata una sola questione? Giova ricordare che solo La DESTRA negli anni passati ha evidenziato alcune carenze dal punto di vista operativo, sempre e solo a favore dei cittadini, e ha lealmente riconosciuto che le questioni sollevate sono state risolte a breve o medio termine. Questa è politica per la gente. Oltre tutto stupisce che la stessa Lega Nord abbia approvato le valutazioni sui manager che a Gallarate sono sempre risultati nelle prime posizioni. Dove erano i leghisti?
L’impressione è che questioni di antipatia personale abbiano preso il sopravvento sulla politica del fare per trascinare il tutto nella politica dell’insulto. La DESTRA vuole continuare a parlare alla gente e ribadire che si può governare senza essere succubi dei poteri forti e degli interessi di parte, ma con il solo obiettivo di lavorare PER IL POPOLO e CON IL POPOLO.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.