Garzelli si prende Cima Coppi e maglia verde

Nel tappone dolomitico il varesino è secondo al traguardo dopo una fuga d'altri tempi ma si consola con i premi per gli scalatori. In classifica domina Contador

Stefano Garzelli arriva a un soffio dall’impresa d’altri tempi nel tappone dolomitico del 94° Giro d’Italia in cui è protagonista di una fuga da applausi che, pur senza dargli la vittoria di tappa, gli consegna sia la Cima Coppi (premio a chi transita primo sulla cima più alta del Giro) e la maglia verde di leader degli scalatori, già sua nel 2009 (foto a lato).
Sul traguardo di Gardeccia trionfa un giovane basco, Mikel Nieve Ituralde (Euskaltel), che assieme a Garzelli e ad un drappello di coraggiosi va in fuga quando il traguardo è ancora lontanissimo e soprattutto è bravo a recuperare nel finale sul varesino che riesce a tenere la piazza d’onore sul ritorno della maglia rosa Contador. Già, perché anche oggi la maglia rosa ha legittimato il primato in una giornata in cui chi ha provato ad attaccarlo (Nibali) alla fine ha pagato caro mentre chi ha preferito seguirlo (Scarponi) non ha perso terreno.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.