Gavirate è pronta per ospitare i campionati italiani

Nel prossimo fine settimana sul lago in palio ben 46 titoli tricolori per le categorie giovanili e adaptive rowing

Gli appuntamenti con il grande canottaggio sono ormai una splendida consuetudine sul lago di Varese. Il prossimo, in ordine di tempo, è alle porte: nel weekend tra il 3 e il 5 giugno il lido di Gavirate ospiterà infatti i campionati italiani giovanili, il massimo appuntamento per le categorie "esordienti", "ragazzi" e "under 23" oltre a quelli dedicati all’adaptive rowing, e cioé agli atleti paralimpici.
Una vera e propria scorpacciata a remi, quella organizzata dalla Canottieri del nuovo presidente Pierumberto Perucchini che «riempirà Gaviate di barche» come ha sottolineato con un’immagine significativa l’assessore allo sport Nicola Tardugno. Saranno infatti ben 120 le società partecipanti per un totale di circa mille atleti pronti a contendersi le 46 maglie tricolori in palio. Tanti, come di consueto, anche i giovani canottieri targati Varese ad aspirare ai podi delle diverse categorie e specialità.
Il lungolago inizierà ad animarsi venerdì 3 giugno di buon mattino, con il campo di regata che aprirà alle 8,30 per consentire gli allenamenti fino alle 19. Sabato 4, come di consueto in questo tipo di manifestazioni, si comincerà con le batterie di qualificazione (dalle 8 alle 14,30) mentre dalle 16 alle 18 verranno effettuati i "recuperi" che mettono in palio gli ultimi posti per le semifinali. Queste saranno disputate nella mattina di domenica 5 (dalle 8) mentre alle 9,15 inizierà la lunga serie di finali per il titolo che durerà sino alle 16,30 circa. Durante tutto l’evento sarà attivo il servizio di ristoro nei pressi della sede della canottieri rossoblu.

I campionati sono stati presentati oggi – lunedì 30 – a Villa Recalcati (foto: Cecchin/Fotoline.org)dove a fare gli onori di casa è stato l’assessore provinciale allo sport, Giuseppe De Bernardi Martignoni. Con lui il già citato Tardugno e il segretario del Coni Varese, Ito Giani. A rappresentare il canottaggio sono invece intervenuti il consigliere nazionale Giovanni Calabrese e il presidente regionale della FIC Antonio Bassi, oltre naturalmente al presidente Perucchini, impegnato nell’occasione sia come organizzatore sia come dirigente di atleti in gara. «La macchina organizzativa sta procedendo al meglio grazie a un gruppo affiatato di veri appassionati che vuole lasciare un buon ricordo ai partecipanti. A livello societario cercheremo anche di confermare i risultati passati: nel 2010 sono arrivati ben 7, un’impresa tutt’altro che semplice che proveremo a ripetere».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.