Genitori e figli in festa. In bici

Dodicesima edizione di bimbinbici e Ciclocittà: gite per il centro di varese, trucchi e merende per scoprire la città su due ruote

bimbinbici ciclocittàCi sarà grande festa domenica 8 maggio in centro a Varese.
un bel po’ di questa arriverà dal palio Bosino, in occasione della festa del patrono, san Vittore. Ma tutta quella che si svolgerà su due ruote sarà appannaggio della dodicesima edizione di Bimbimbici-Ciclocittà, che aggiungerà un motivo in più per godersi il centro di Varese, magari, per l’appunto, in bicicletta.

la giornata, che chi ha già avuto modo di "sperimentarla" è di quelle che fanno felici i bambini e i genitori che vogliano portarli a fare una attività sana e giocosa. L’appuntamento è in piazza Monte Grappa, dove la mattina, dalle 10.30 alle 12.30, i piccoli impareranno i "fondamentali" della bici: andarci in sicurezza e tenerla a posto: una "palestra" di guida sicura tenuta dall’Aci per tutta la giornata insegnerà a cavarsela bene anche nel traffico e una piccola lezione di manutenzione insegnerà a tutti come non farsi cogliere di sorpresa dagli imprevisti.

Il pomeriggio invece da piazza Monte Grappa partiranno invece delle vere e proprie "mini gite" con quattro tappe, in ognuna della quali ci saranno giochi o attività da sperimentare. Il percorso, praticabile da tutti anche parzialmente e rigorosamente proposto a figlie e genitori, toccherà parco Mirabello, villa Mylius, piazza XX Settembre e piazza Giovine Italia.

Una festa tutta sua due ruote, piena di iniziative e colore – sono già previste sculture di palloncini, giocoleria su due ruote, merende per tutti e persino modellini di bici da montare con tappi e stuzzicadenti – che quest’anno sarà ancora più articolata, grazie al vecchio detto "l’unione fa la forza": «Quella di quest’anno, la dodicesima edizione, ha una particolare risonanza perchè realizzata non solo insieme a uisp, ma anche nella giornata della bicicletta che due anni fa il ministero ha proclamato» spiega Beppe Ferrari, presidente di Fiab, che ha sempre curato le edizioni di Ciclocittà, la giornata che promuove l’uso della bicicletta.

«Noi come Uisp organizziamo Bicincittà da 26 anni – spiega Alessandra Pessina – E il bello di quest’anno è proprio che, finalmente, siamo tutti insieme. Prima le date erano diverse: noi eravamo la terza di maggio, Fiab la seconda, il ministero ha proposto la prima. Io mi sono battuta in consiglio nazionale Uisp per unire tutto, a Varese già da anni avevamo deciso di unire ugualmente le giornate Uisp e Fiab, indipendentemente dalle situazioni nazionali. E adesso la facciamo addirittura nella giornata della bicicletta proclamata dal ministero. Perfetto. Mi resta solo da ricordare che tutte le manifestazioni che stiamo facendo sono dedicate all’acqua, in vista del referendum del 12-13 giugno»

Con i primi promotori quest’anno ha aderito anche il comune di Varese: «Pur avendo sempre colalborato all’evento, solo quest’anno abbiamo aderito ufficialmente come comune – spiega Raffaella Restagno, dell’assessorato alle politiche educative – anche perchè questa iniziativa rientra a pieno titolo nel progetto più ampio che l’assessorato sta portando avanti da anni, sugli stili di vita. Tant’è vero che, parallelamente, stiamo cercando di creare percorsi a norma per facilitare l’andare a scuola a piedi o in bici».

La manifestazione unitaria quest’anno, chiama esplicitamente a raccolta tutta la famiglia: la giornata si chiama infatti "Bambini e genitori: tutti in bici in città". «Noi abbiamo voluto quest’anno sottolineare oltre a bimbi anche la parola genitore perchè il bimbo impara ad usare la bici solo se lo fa con i genitori – spiega Leonardo Savelli, vicepresidente di Ciclocittà e organizzatore della giornata – Il nostro appello quindi è alla partecipazione dei bambini ma anche dei genitori. E interessante si è rivelato l’apporto della scuola Morandi, che non solo parteciperà al concorso nazionale di disegni a questo tema – in concorso andranno tre, ma hanno partecipato in tanti, che verranno esposti in piazza domenica – ma ha anche partecipato, con le quarte e le quinte ad un tema, dal titolo "un giro a Varese che vorrei fare"»

Tra i componimenti arrivati, Ciclocittà ha così scoperto che la pista ciclabile della Schiranna è fondamentale per i ragazzini varesini: senza di lei probabilmente il battesimo delle due ruote per molti di loro non sarebbe mai avvenuto. Ma si è scoperto anche che sono in molti ad usare la bici come percorso tra casa e scuola o casa e parchi e persino che ci sono bambini a cui piace la salita, cosa che rende Varese bella e praticabile anche per loro.

E non solo per le loro "due ruote": «Ci teniamo a far sapere che tutti i percorsi proposti sono praticabili anche dai passeggini – specifica infatti Silvia Rinaldi, coinvolta nella giornata come associazione di genitori della Morandi e come associazione progetto Panda, che si occupa di genitorialità – Anche le mamme con passeggino dovrebbero avere una città più a loro misura e per promuovere questo partecipiamo volentieri anche noi»

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.