Goss-Slay: esordio playoff con bocciatura

I due americani, così come gli italiani più esperti (Galanda-Righetti) non entrano mai in partita. Si salvano Stipcevic e Talts

DEMARTINI 6 – Che la squadra vada bene o malissimo, il suo contributo non manca. Se il suo omologo è questo Tabu, ci teniamo Daniele.
 
GOSS 4 – All’esordio in un vero playoff italiano viene murato su tutta la linea. Soprattutto in attacco colleziona ferri a ripetizione, anche su tiri relativamente semplici; e in difesa non è che si faccia notare.
 
MIAN 6 – In campo a partita chiusa, fa almeno quello che gli si chiedeva altre volte: giocare deciso. E degli under in campo è di gran lunga il migliore.
 
TALTS 6 – Tra i meno peggio, nel senso che almeno ci mette chili e centimetri da uomo d’area. Senza colpe specifiche se non per qualche “buco” sulle rotazioni, ma non è lui a dover decidere l’andazzo delle partite.
 
RIGHETTI 4,5 – Un paio di canestri d’orgoglio ma anche errori nelle cose che dovrebbe saper fare meglio, come i tiri da lontano
 
GALANDA 4,5 – Fa scopa con Righetti non solo per la carta d’identità ma pure per la non produzione in campo. Mano fuori asse, qualche rimbalzo di mestiere e null’altro.
 
KANGUR 5,5 – Quasi sufficiente, non tanto per il fatturato messo a tabellino quanto perché l’estone sta in campo su una caviglia sola e forse non doveva neppure giocare.
 
SERAPINAS 5,5 – Quasi quasi svetta in positivo perché almeno toglie lo zero nella casella delle triple a segno, anzi.

STIPCEVIC 6 – Controllato speciale della difesa canturina, che lo bracca con Green, Tabu e Mazzarino. Fatica ad accendersi ma quando lo fa è il solo a tenere in piedi la baracca con giocate di pallacanestro. Quando la partita è decisa, si siede a prender fiato per venerdì.

 
SLAY 4 – La domanda dei giorni scorsi è: reggerà alle tensioni tipiche dei playoff. Rimandiamo la risposta almeno a gara 2 perché il Ron di questa sera è pressoché irritante. Tiri fuori ritmo, palleggi inutili e nervosismo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.