Il bike sharing resta “parcheggiato”

Se ne parla da sette anni, ma per dare il via ufficiale si attende la proclamazione della nuova giunta. 50 le biciclette messe a disposizione dei bustocchi, da definire le location e le tariffe del servizio

Hanno ancora i freni tirati le 50 biciclette del servizio di bike sharing che Busto Arsizio attende ormai da sette anni. Nel marzo scorso si è chiusa la gara d’appalto che ha premiato l’unica offerta presentata, quella di Comunicare Srl, che gestisce il servizio Bicincittà in oltre 60 località italiane, per un totale di oltre 7100 colonnine installate e circa 53.000 utenti attivi. L’azienda torinese dovrebbe allestire 7 stazioni di ritiro e di riconsegna in punti strategici della città. Dopo l’annuncio dell’imminente lancio, avvenuto nel corso dell’ultimo consiglio comunale ad opera dell’assessore Luciano Lista, non si è però più mosso nulla. Ora, secondo fonti dell’amministrazione, si attende la formazione della nuova giunta per procedere: restano ancora da definire con precisione le location in cui installare le stazioni per l’utilizzo del servizio e, soprattutto, le tariffe per l’utilizzo.

Era il lontano 2004 quando il consiglio comunale approvò all’unanimità una proposta di Antonello Corrado per la messa in opera di un servizio di condivisione di biciclette. Tutti d’accordo, ma poi non successe nulla, malgrado l’idea fosse stata rilanciata a più riprese (ad esempio da Mario Cislaghi). Nel 2009 l’adesione a un bando della Fondazione Cariplo consentì al Comune di ricevere un contributo di oltre 72.000 €, a cui si aggiunsero poi i 140.000 € in tre anni concessi nel febbraio 2010 dal Ministero dell’Economia per allestire il servizio. Il progetto è stato definitivamente approvato nell’agosto del 2010 e nel marzo dell’anno in corso si è conclusa la gara d’appalto, con l’assegnazione dei lavori a Comunicare Srl per un importo complessivo di 174.000 € più IVA; resta dunque a disposizione dell’amministrazione una quota dei contributi ricevuti, da investire in lavori collaterali.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.