Il camper di Farioli e la sosta selvaggia

Il camper griffato PDL è rimasto alle spalle del ministro La Russa per tutto l’intervento nonostante la mancanza di un permesso specifico. Anche la Polizia Locale chiude un occhio

Per allestire i comizi elettorali, i partiti possono chiedere un’autorizzazione per entrare nella zona pedonale del centro con auto o furgoni per allestire palchi, gazebo e scaricare il materiale per la propaganda. Questi mezzi, però, una volta scaricato il materiale, devono allontanarsi dalla zona e tornare solo per smantellare quanto precedentemente montato. Tuttavia, l’11 maggio, durante l’intervento del ministro della difesa Ignazio La Russa in piazza San Giovanni, il camper del candidato Gigi Farioli è rimasto per tutto il tempo del comizio alle spalle del ministro, costituendo una sorta di sfondo scenografico. Lo stesso cartellino esposto sul cruscotto del mezzo segnalava l’inopportuna presenza del camper griffato con l’effige di Farioli. Nessuno dei numerosi Vigili Urbani presenti, però, pare averlo notato.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.