Il cinema racconta la “resistenza” delle campagne

Nell’ambito del festival “Di terra e di cielo” LIPU propone un documentario sull’interazione tra l’uomo, la campagna e la biodiversità

Continuano gli appuntamenti di “Di terra e di cielo”, rassegna cinematografica organizzata da Filmstudio 90 con il supporto, tra le altre associazioni, di LIPU-BirdLife Italia. E proprio la LIPU sarà protagonista della serata di martedì 17 maggio nella sala Filmstudio ’90 di via De Cristoforis 5 a Varese. Alle 21 sarà proiettato il videodocumentario del regista Marco Tessaro: “Tra agricoltura e biodiversità nel Parco Agricolo Sud Milano”.

Nel filmato di 30 minuti, cinque esperti (Carlo Petrini, Niccolò Reverdini, Stefano Bocchi, Danilo Mainardi, Presidente onorario LIPU, e Paolo Pileri) raccontano glorie e cadute del Parco, dall’epoca del sapiente sfruttamento delle risorse idriche che, tra Sette e Ottocento, fece dell’area un modello per l’agricoltura dell’Europa intera fino all’avvento della chimica e della meccanizzazione. Quest’ultima, negli anni Cinquanta del secolo scorso, ha definitivamente stravolto gli equilibri ecologici e sociali. “Ma a distanza di più di mezzo secolo, ormai consapevoli dei danni causati da uno sfruttamento indiscriminato del terreno agricolo, non solo è possibile, ma è anche doveroso cercare nuove forme di interazione tra uomo e ambiente – spiega Massimo Soldarini, responsabile volontariato LIPU – Il documentario indica alcune vie, portando esempi di un’agricoltura attenta alla biodiversità e con una forte connessione al contesto locale, esempi che possono essere da stimolo anche per il varesotto”.

La “resistenza” della campagna contro la bulimica fame di terreno delle città e le attività agricole che non tengono conto degli equilibri naturali è dunque un baluardo fondamentale per la salvaguardia della biodiversità: “Le finalità non sono puramente etiche, ma anche economiche: la Comunità Europea ha stimato che entro il 2050 la perdita di sistemi ecosistemici causerà una riduzione del Pil mondiale pari al 6%”, aggiunge Soldarini. La serata proseguirà con la proiezione del filmato “Sur et sous terre”, dedicato al dramma ecologico causato dallo sfruttamento indiscriminato delle miniere. Ingresso libero.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.