“Il Comune ha i soldi, ma non li può usare”

La denuncia del Pd: una buona parte dei fondi sono bloccati a causa della mancata approvazione del Pgt. I democratici lanciano l'allarme anche sulla situazione dell'azienda ASC

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato del Pd di Samarate in merito al bilancio consuntivo 2010.

C’era sentore che qualcosa nelle finanze comunali cominciasse a non quadrare ma ora che è stato ufficializzato il conto consuntivo 2010 con la commissione del 2 maggio e il Consiglio dell’altra sera, il sentore è diventato certezza.
Un consuntivo 2010 che chiude con un avanzo di competenza per l’anno 2010 di soli 153.000 euro, e che solo attraverso l’uso dei 600.000 dell’anno 2009, quello della Giunta Solanti, consente all’attuale maggioranza di “affrontare “ il 2011 con un pizzico di serenità.
Purtroppo però apprendiamo dalle parole dell’assessore Pozzi, durante il dibattito sulla votazione del consuntivo, che queste risorse in gran parte non si possano toccare poiché con la bocciatura del PGT della scorsa estate, non solo ha appesantito la questione finanziaria del nostro Comune, ma ha riaperto la questione Finmeccanica che noi avevamo faticosamente ricomposto e che si sarebbe potuta risolvere con reciproca soddisfazione delle parti proprio con la semplicemente approvazione del nuovo strumento urbanistico, cassato da questa Amministrazione.
Poiché non c’è mai fine al peggio ci auguriamo che non arrivino altre “stangate” dal Consorzio Accam (rifiuti) che sembra avere chiuso anch’esso il 2010 in maniera poco soddisfacente ed essendo Accam una società pubblica non potrà che rivalersi sui Comuni per ripianare la perdita. Altro che prevedere nel bilancio di previsione 2011 circa 140.000 euro di minori costi per la raccolta rifiuti…
Sempre a proposito di società pubbliche siamo in attesa di vedere il consuntivo della nostra azienda, ASC, da cui trapelano notizie di un’ ulteriore fortissima perdita -oltre 200.000 euro- e qui veramente non riusciamo a capire cosa sia successo all’interno di questa azienda poiché l’opposizione non è rappresentata.
Solo fino a pochi mesi fa sia in commissione bilancio sia con dichiarazione sulla stampa del Sindaco pro tempore, ci era stato assicurato che il 2010 per ASC sarebbe stato un anno tutto sommato “tranquillo” anche perché, vale la pena ricordarlo, proprio con quest’anno la nostra azienda comunale ha goduto dei benefici della revisione del contratto di servizio, tra l’altro in scadenza tra meno di due mesi, di circa 120.000 euro tra maggiori aggi o minori esborsi verso il Comune, revisione, guarda caso, approvata dalla precedente Amministrazione.
Speriamo almeno che gli attuali amministratori abbiano tenuto in archivio i volantini con cui ad ogni piè sospinto attaccavano l’Amministrazione uscente di centrosinistra su ogni atto. Premettiamo che noi non pubblicheremo roba così volgare ma vorremmo solo invitarli a rileggere quanto scrivevano e se ne avessero smarrito qualcuno possiamo fornirglielo noi: magari avrebbero qualcosa su cui meditare.

PD Samarate

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.