Il Fronte con la Oprandi, Fontana incontra Morello ma niente patto

Le liste escluse dal ballottaggio stanno scegliendo se dare o meno indicazioni di voto e gli ex leghisti si schierano contro il carroccio

La lotta politica entra davvero nel vivo e il ballottaggio tra Luisa Oprandi del centrosinistra e Attilio Fontana del centrodestra si arricchisce di nuovi spunti. Cominciamo con l’unica lista che ha finora dato indicazione di voto: il Fronte Indipendentista Lombardia sceglie la Oprandi. Conta poco, solo lo 0,2% dei voti, e dunque non sarà probabilmente decisivo ma la scelta è comunque dettata dall’avversione che hanno i frontisti nei confronti del partito che hanno abbandonato anni fa in forte polemica.

Alessio Nicoletti di Movimento libero ha scelto:«Gli elettori sono liberi e capaci di scegliere da soli come comportarsi al ballottaggio previsto per il prossimo 29 e 30 Maggio. Nessuna indicazione, dunque, da parte nostra in questo delicata fase elettorale». Nicoletti ammette tuttavia di aver parlato con il centrodestra: «Per onestà intellettuale, vogliamo comunque informare di essere stati contattati dal Sindaco Fontana che ha fatto delle aperture su questioni programmatiche cittadine. Nessun contatto, invece, dal candidato Sindaco del centrosinistra Oprandi».

Mauro Morello, il candidato del terzo polo che di fatto ha mandato Fontana al ballottaggio lo ha incontrato due giorni fa. Ci sono alcuni che a palazzo dicono che gli sia stato offerto il posto di vicesindaco, altri invece parlano di una presidenza di municipalizzata, o infine taluni che affermano: l’Udc darà i suoi voti ma di nascosto. Il partito tace e non dà alcuna indicazione. Il centrosinistra aveva contattato Morello prima delle elezioni, gli avevano anche offerto di fare il sindaco, prima di scegliere la Oprandi, ma l’Udc è ormai un professionista del terzismo e dunque, niente apparentamenti.

Mauro della Porta Raffo invece chiede ai cittadini di votare come vogliono, ma sottolinea che i 1.077 voti presi (2,69%) sono un buon risultato. Lo scrittore sottolinea, in un comunicato, che almeno avrà la fortuna di non andare in consiglio comunale per stare dietro alle “camarille”.

Raffaella Greco di Unione Italiana tace. E anche Flavio Ibba (che però si farà sentire nei prossimi giorni). Non dà indicazioni, per ora, nemmeno la Fds che a Malnate però si rifiuta di sostenere Astuti: come i grillini, la lista comunista sarà probabilmente del tutto avulsa al ballottaggio. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.