Il Varese regala un punto alla Reggina

In vantaggio con Ebagua e con un uomo in più i biancorossi concedono diverse palle gol per il pareggio, fino all'1-1 segnato da Zizzari. Per i playoff basta un punto in tre partite

Alla vigilia il pareggio a Reggio Calabria era un’opzione decisamente interessante per il Varese alla ricerca di punti playoff, ma il fatto che al “Granillo” pareggio sia stato non lascia troppe soddisfazioni a chi ha visto la partita. Se il punto in sé può infatti andare bene (anche se ora il Novara ha ritrovato il terzo posto) dà fastidio raccontare come è maturato l’1-1 finale: il Varese in vantaggio dal 9’ della ripresa con Ebagua e in superiorità numerica da fine primo tempo offre all’attacco reggino una lunga serie di palle-gol, finché Zizzari trova quella buona. E visto che stiamo parlando della difesa più forte del campionato, di quella che ha subito meno reti di tutte e che si schierava con il quartetto titolare, quella serie di dormite lascia quanto meno l’amaro in bocca, per non pronunciare la parola “sospetto”.
Sia chiaro, questo risultato nulla toglie al grande campionato dei biancorossi né guasta il finale di torneo anche perché i playoff ora sono praticamente sicuri, dato che manca un punto per la qualificazione matematica. Però, pur non essendo nati oggi e sapendo che queste cose possono accadere soprattutto sul finire del campionato, non ci sembra giusto non sottolineare un epilogo piuttosto imbarazzante di partita.
 
CALCIO D’INIZIO – Ci sono novità rispetto a quanto ci si aspettava alla vigilia nelle due formazioni iniziali. Sannino tiene in panchina Nadarevic e Concas e si affida a Lucas Correa che va a prendere posto sulla fascia sinistra mentre Carrozza agisce all’ala destra. Atzori opta con un modulo con cinque centrocampisti che in realtà prevede il ripiegamento costante delle due ali (Colombo e Rizzato) sulla linea difensiva. Accanto a Bonazzoli c’è il pericoloso Campagnacci.
 
IL PRIMO TEMPO – C’è più Reggina che Varese sul taccuino della prima parte di gara, ma ciò non è una critica perché i biancorossi tengono bene il campo e appaiono pronti a ripartire in direzione della porta difesa da Puggioni. Nei primi 10′ si vedono di più gli amaranto: prima c’è un bel velo di Bonazzoli che apre lo spazio per un tiro di Viola che Zappino blocca con sicurezza, poi tocca a Pesoli dare prova di bravura spuntando tra gli attaccanti avversari per deviare in corner un cross basso di Campagnacci. Intorno al quarto d’ora però cresce il Varese, che muove i pedoni anche dalle retrovie (bell’inserimento di Pugliese che si allunga troppo la palla) e poi trova una conclusione con Neto che prova il destro a giro bloccato dal portiere. La più bella risposta reggina arriva al 31′: Campagnacci in tuffo colpisce di testa il pallone e chiama al miracolo Zappino, che salva in volo d’angelo. Alle successive schermaglie da una parte e dall’altra si aggiungono i primi cartellini gialli, sventolati a un Ebagua piuttosto nervose e al suo connazionale Adejo, costretto a sgambettare Frara. Proprio il difensore reggino però è il protagonista dell’episodio che dà una prima svolta alla partita: il Varese prova a ripartire dalle retrovie, Neto si dirige verso la trequarti amaranto senza palla ma trova l’opposizione fallosa di Adejo (contro Carrozza nella foto di S. Raso) a gomito alto e finisce a terra. Il guardalinee però vede la scena, la segnala all’arbitro Baracani che non esita a estrarre il rosso. L’espulsione scalda gli animi: si vedono proteste, spintoni, falli piuttosto duri: insomma il finale di primo tempo non è un bello spettacolo.
 
LA RIPRESA – Neto non è al meglio e dopo un paio di minuti lascia spazio a De Luca, però la prima palla-gol del secondo tempo è per la Reggina a causa di un lento retropassaggio di Pisano su cui si inserisce Rizzo, chiuso in corner da Dos Santos. Il Varese però dà un colpo d’acceleratore e al 9′ trova il vantaggio con una bella azione a tre: De Luca prolunga un pallone verso Frara che di prima trova il passaggio in profondità in direzione di Ebagua. Il centravanti (foto, dopo il tiro) taglia fuori l’impacciato Cosenza e non dà scampo a Puggioni: è la mossa che vale l’1-0. Al quarto d’ora arriva la prima avvisaglia di "dormite" difensive in casa Varese: su un corner seguono tutti Bonazzoli e così Acerbi si trova da solo davanti a Zappino ma non riesce a coordinarsi e si mangia una buona occasione. I due tecnici cambiano: Sannino vuole preservare gli acciaccati Correa e Corti e mette prima Concas e poi Osuji, ma entrambi non lasceranno segno. Anzi, i biancorossi danno l’occasione di non voler affondare il colpo: in un paio di occasioni Ebagua ha la possibilità di sganciare il cross pericoloso ma, quando alza lo sguardo, vede in area il solo De Luca circondato da maglie amaranto, con gli altri varesini spettatori da lontano. Osuji poi, nel giro di un paio di minuti, commette altrettante ingenuità che rischiano di creare danni alla retroguardia. Brividi al 31′: Zappino è ancora pronto su un tocco sottomisura di Bonazzoli imbeccato da un traversone basso di Rizzato; sul prosieguo dell’azione tocca a Campagnacci calibrare il destro rasoterra che sfiora il palo. L’attaccante reggino viene sostituito con l’esperto Tedesco e nello stesso tempo entra pure Zizzari, colui che firmerà il pareggio. Proprio Tedesco viene lasciato liberissimo in area al 37′ dopo un morbido appoggio di Colombo, ma l’errore del centrocampista reggino è marchiano: palla appoggiata a lato di testa su uscita disperata di Zappino, quasi rassegnato a raccogliere la sfera in rete. Cosa che puntualmente accade al 39′, quando Dos Santos e Pesoli hanno la reattività di due paracarri su un pallone che Bonazzoli e Zizzari si scambiano in area sino al tiro vincente di quest’ultimo. Il Varese avrebbe ancora 9′ (recupero compreso) per provare a sfruttare la superiorità numerica ma evidentemente il pareggio era il risultato sperato. E così finisce 1-1, con Sean Sogliano che se la prende con qualche tifoso che fischia dopo aver percorso 1.300 chilometri (e prima di farne altrettanti al ritorno). Difficile, in questo caso, dar loro tutti i torti.

Galleria fotografica

Reggina-Varese 1-1 4 di 15

IL TABELLINO

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 maggio 2011
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Reggina-Varese 1-1 4 di 15

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.