Il voto rione per rione

Guenzani prevale in tutte le aree, con l'esclusione di Cajello. "Conquistata" anche la roccaforte delle Azalee, ma il risultato migliore per il centrosinistra è a Sciarè, Crenna e Cascinetta. Indicazioni utili anche a capire il comportamento leghista

 Edoardo Guenzani convince gli elettori gallaratesi, in ogni rione: solo a Cajello il risultato complessivo ha visto prevalere lo sfidante Massimo Bossi.

Guardando all’insieme dei quartieri, il risultato migliore Guenzani l’ha colto a Sciarè e Cedrate, dove era molto conosciuto e dove la sua lista civica aveva grande seguito: nei seggi delle due località ha raggiunto rispettivamente il 58, 48 e il 59,96%. Risultato molto positivo è venuto però anche da Crenna, dove invece la Lega si era dimostrata forte al primo turno: nelle quattro sezioni della collina ha preso il 58,44%, arrivando addirittura al 63,66% nella sezione 22, che però è anche numericamente abbastanza piccolo. Sempre nei quartieri collinari si afferma a Ronchi (54,79, dove la Lega era particolarmente forte) e a Moriggia (53,42).

Nelle due sedi del centro (Majno e Bottini) prende il 54,12 e 55,57%, mentre a Cascinetta supera di poco Massimo Bossi, con il 51,32% (Bossi però conquista qui la maggioranza nella sezione 29, una delle quattro conquistate in città). Ad Arnate e Madonna in Campagna il successo di Guenzani è netto, rispettivamente con il 54,10 e 55,94. Guenzani vince di sei punti alla sezione 46, la più grande della città con oltre 750 voti validi.

Significativo il voto alle Azalee, vera roccaforte del PdL: nei tre seggi della scuola di via Confalonieri Guenzani vince con margine amplissimo, con il 53,09%. Stravince in due seggi, mentre perde al seggio 24, dove Bossi prevale con il 53,37% (ma è un seggio con astensione alta, meno di 400 voti, poco più della metà degli aventi diritto).

L’unica zona dove si afferma Massimo Bossi è a Cajello, dove ottiene il 52,14% dei consensi: da notare che Cajello è un quartiere chiaramente di centrodestra, dove la Lega si era affermata in modo forte. L’elettorato leghista avrebbe qui prevalentemente disertato le urne, senza essere determinante. Il risultato di questo rione potrebbe essere una conferma indiretta di una scelta diffusa anche in altri quartieri.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.