Incontro con Alfonso Fratteggiani Bianchi

Domenica 8 maggio alle ore 17.00 al Villa e Collezione Panza

"Il colore è una componente fondamentale della nostra vita abituale. Se abitiamo in una grande città del Nord, dove i lunghi inverni sono completamente coperti da una compatta coltre di nubi grigie che ci impedisce di vedere il cielo blu e lo splendore del sole, sentiamo una forte mancanza del colore. Quando lo possiamo vedere con la luce limpida, il nostro animo si rasserena, risveglia in noi il piacere di vivere, nasce il desiderio di luoghi lontani dove il cielo è sempre blu in tutte le direzioni dell’orizzonte. Poche emozioni sono così grandi come vedere, dopo un lungo viaggio in un clima di grigia nebbia, all’improvviso, l’immensa distesa blu del mare”. Giuseppe Panza di Biumo

Domenica 8 maggio alle ore 17, Alfonso Fratteggiani Bianchi incontrerà studenti, estimatori e appassionati d’arte a Villa e Collezione Panza, proprietà del FAI- Fondo Ambiente Italiano a Varese, sede espositiva permanente di creazioni dell’artista.

Indagatore del colore puro Alfonso Fratteggiani Bianchi pone il pigmento direttamente su di un supporto in pietra serena, tipica della sua Umbria, senza l’uso di collanti che ne possano alterare l’intensità cromatica, senza pennelli o altri strumenti.

Nato a Pieve Caina, vicino a Perugia, nel 1952, si forma a Roma, in Germania, soprattutto nell’area di Koln e Bonn, in Francia e negli Stati Uniti. Ha esposto i suoi lavori a Palermo nel 2011 ai Cantieri culturali della Zisa con Phil Sims e nel 2007 all’Albright-Knox Art Gallery di Buffalo negli USA, ed inoltre a Santa Fe, New York, Madrid, Amsterdam, Munchen, Basilea, Milano, Colonia.

Secondo Giuseppe Panza di Biumo, che inizia a collezionare le sue opere già dal 2000, “ha dato a tutti una grande possibilità: vivere pienamente e intensamente la bellezza inesauribile del colore”.Le opere, di eccezionale impatto visivo, nonostante le piccole dimensioni, se guardate intensamente, raggiungono direttamente il nostro istinto. Sono esposti permanentemente a Villa Panza alcuni suoi lavori monocromatici dislocati al piano terra della Villa, nei locali adiacenti al salone impero.

L’incontro sarà momento di dialogo e confronto tra il pubblico e l’artista che, intervistato da Anna Bernardini, Chiara Zocchi e Giovanni Giorgetti, soffermerà l’attenzione sulla sua attività e in particolare sulle sue opere presenti nel percorso museale di Villa Panza.

 

Per Informazioni:

FAI – Villa e Collezione Panza. Piazza Litta 1, Varese – tel. 0332/283960; e-mail faibiumo@fondoambiente.it

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.