Inno nazionale, Pdl vota contro ma “siamo favorevoli”

Il popolo delle libertà cittadino ha contribuito a bocciare in consiglio una mozione sull’esecuzione dell’inno durante le manifestazioni. La rettifica da parte del capogruppo

Il Popolo delle libertà cittadino prima vota contro l’esecuzione dell’inno nazionale, poi si dichiara favorevole. Una situazione confusa che riassume però i fatti di questi di questi ultimi giorni. Ma andiamo con ordine. Dopo la bocciatura della mozione di Fabio Bascialla di Futuro e Libertà, avvenuta in consiglio martedì sera, nuova presa di posizione del Pdl cittadino, tramite il capogruppo Rosario Tramontana.
La mozione di Bascialla prevedeva all’inizio che l’inno nazionale venisse suonato prima di cominciare ogni seduta consigliare. Poi la mozione è stata emendata dallo stesso Bascialla, indicando che dovrebbe essere suonato solo durante le manifestazioni principali. Il documento è stato comunque bocciato, anche col il voto contrario di quasi tutto il Pdl, Tramontana compreso. Si era astenuto solo l’ex An Danilo D’Arcangelo.
Ora arriva un comunicato stampa firmato dallo stesso Tramontana che prende posizione sulla questione: «A nome del gruppo PDL mi sono dichiarato favorevole all’esposizione della bandiera nazionale come richiesto dalla mozione stesa mentre in merito alla richiesta di suonare l’Inno di Mameli mi dichiaravo favorevole all’esecuzione dello stesso durante le manifestazioni istituzionali».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.