Insieme per Barasso: le nostre proposte per la scuola

Il programma elettorale di Luigi Roi sul tema della scuola, la cui chiusura " è ancora una ferita aperta"

Rispondo con piacere alla domanda apparsa su Varesenews relativa alla scuola a Barasso. Certamente la chiusura della scuola elementare, che ricordo avvenne durante l’amministrazione guidata da Antonio Braida nel 1994, è ancora una ferita aperta per il nostro territorio e, cosa, più grave, facilita la dispersione dei nostri bambini nelle varie realtà limitrofe, da Gavirate a Varese, pur con una maggiore polarizzazione su Comerio e Luvinate; ricordo che in quel tempo (inverno 1993-1994) chiesi all’amministrazione di intervenire (mi accontentarono organizzando un’assemblea pubblica che restò però lettera morta) per scongiurare la chiusura operando sulle situazioni di scontento per il servizio che avevano portato allo spostamento delle iscrizioni e quindi a quel livello minimo di iscritti che, poi, ne decretò la chiusura (mancava un servizio mensa, il livello dell’insegnamento non era soddisfacente, …): nulla o poco fu fatto e le cose andarono come sappiamo anche se tutti eravamo coscienti che, una volta chiusa, difficilmente si sarebbe tornati indietro e così è stato.

Nessuno, se si ragiona con sano spirito di realismo e coscienza del momento economico, può promettere una riapertura ma, sicuramente, vi sono spazi enormi per migliorare la situazione attuale operando in una stretta collaborazione con gli Istituti limitrofi di Comerio e Luvinate.

Quando annunciai la nostra formazione per queste elezioni dissi che avevano cercato di identificare le giuste risorse per risolvere i tanti problemi e del Paese dopo cinque anni di ‘inattività’ e non è certo casuale la presenza nella nostra lista di una persona preparata ed autorevole come il Professor Falzone che, nella scuola, ha operato con responsabilità crescenti per quarant’anni; a lui passeremo il bastione della sfida per lavorare su questo argomento specifico da ‘addetto ai lavori’.

A questo aggiungiamo quanto esplicitato nel nostro programma:

1)Istituire borse di studio per studenti universitari a fronte di attività sotto forma di tesi, ricerche, ecc. di interesse diretto ed utilizzabili ai fini dello sviluppo del Paese per il Paese, nei vari ambiti di studio: storico, economico, sociale, urbanistico, industriale, ecc.

2)Collaborare e sostenere fattivamente l’attività dell’Asilo Infantile “Emilio Alemagna” e dell’Asilo Nido “I Folletti”; le due realtà educative presenti sul territorio comunale, ricercando fonti di finanziamento per migliorarne struttura e servizi.

 
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.