“L’assessore Borghi si deve dimettere, incompatibile con il Coni”

Nuova richiesta da parte della lista civica Insieme per Gerenzano dopo la sentenza sulle frasi discriminatorie: “La delega allo sport in contraddizione con il comitato olimpico nazionale”

Cristiano BorghiNuova richiesta di dimissioni per l’assessore Cristiano Borghi. Dopo la sentenza del tribunbale di Milano che ha dichiarato discriminatorie le frasi che invitano i cittadini a non affittare o vendere case agli stranieri, ecco che arriva una nuova richiesta da parte della lista civica Insieme per Gerenzano. Richiesta che si aggiunge alle dure critiche del comitato Gerenzano Accoglie e all’altra richiesta di dimissioni avanzata dal circolo cittadino del Partito Democratico.

Secondo la lista civica Insieme per Gerenzano «Le dimissioni dell’assessore Borghi sono oltremodo necessarie in quanto le sue parole, oggi riconosciute ufficialmente come discriminatorie, costituiscono un elemento di insanabile contraddizione con la sua carica di assessore allo sport. L’articolo 4, comma 2, dello Statuto del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, infatti, prevede che "Il Coni, nell’ambito dell’ordinamento sportivo, detta principi contro l’esclusione, le diseguaglianze, il razzismo e la xenofobia e assume e promuove le opportune iniziative contro ogni forma di violenza e discriminazione nello sport". Non si capisce, pertanto, come l’assessore Borghi possa continuare a ricoprire l’incarico di assessore allo sport e accompagnare le nostre associazioni sportive in pubbliche manifestazioni, dopo aver posto in essere comportamenti assolutamente incompatibili con lo spirito di fratellanza dello sport».

Domanda all’amministrazione, invece, sulle spese legali: «Vogliamo, inoltre, evidenziare come in un momento di grandi ristrettezze economiche la collettività gerenzanese dovrà sobbarcarsi le spese legali sostenute dal Comune per la difesa dell’assessore Borghi. A questo proposito lo invitiamo a compiere un atto di dignità impegnandosi di fronte a questo Consiglio a pagare di tasca propria le spese processuali che lo riguardano. Chiediamo, infine, all’assessore Borghi, al Sindaco Silvano Garbelli di presentare formali scuse ai cittadini di Gerenzano».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.